Madagascar - Istr. per l'uso

A travel survival kit

Questa pagina è costituita unicamente da suggerimenti pratici e consigli di viaggio per tutti coloro che decideranno di programmare un viaggio in Madagascar. Molti li ho già dati di volta in volta nei singoli post dedicati e quindi potranno esserci delle ripetizioni. Se qualcuno ha bisogno di info più dettagliate, può chiedermele direttamente via e-mail.


Itinerario.

Il mio viaggio è stato abbastanza completo per avere una conoscenza di tutti gli aspetti del paese e necessita di circa 3 settimane, incluso il viaggio.

L' itinerario, a cui vanno aggiunti quasi 3 giorni di viaggio (si può includere una o più notti negli Emirati che rappresentano quasi sempre un punto di passaggio d'obbligo) che ho svolto io è il seguente:

Giorno 01: Tana arrivo e proseguimento per Andasibe (Hotel Feon'ny Ala)

Giorno 02: Antsirabe (Hotel Soa Guest house)
Giorno 03: Fianarantsoa (Hotel La rizière)
Giorno 04: Manakara (Hotel Partenay Club)
Giorno 05: Ranomafama (Hotel Chez Gaspard)
Giorno 06: Ambalavao (Hotel Aux bouganvillées)
Giorno 07: Ranohira (Hotel Isalo Ranch)
Giorno 08: Ranohira (Hotel Isalo Ranch)
Giorno 09: Tulear - Ifaty (Hotel La Plage)
Giorno 10: Volo a Tana ( Hotel Belvedere)
Giorno 11: Volo a Diego (Hotel Concorde)
Giorno 12: Diego (Hotel Concorde)
Giorno 13: Ankarana (Chez Aurelien bungalow)
Giorno 14: Ambanja (Hotel Hybiscus)
Giorno 15: Nosy Bé (Hotel La maison des parfums)
Giorno 16: Nosy Bé (Hotel La maison des parfums)
Giorno 17: Maevatana (Hotel Betsiboka)
Giorno 18: Rientro a Tana (Hotel Belvedere)
Giorno 19: Tana (Hotel Belvedere)
Giorno 20: Partenza
Tour nord
Tour sud












Dovendo fare qualche variazione e avendo qualche giorno in più, consiglierei:



  • 1 giorno in più nella zona di Antsirabe con trekking ai villaggi interni degli Zamifaniry
  • 4g/3n risalendo la costa verso nord fuori strada da Ifaty per raggiungere, piogge permettendo, la zona del viale dei baobab tra Morondava e Belo Sur Tsiribihina, con pernottamenti in tenda sul mare, rientrando poi a Tana ed evitando il volo interno.
  • Qualche giorno nella costa nord est se si sceglie un altro periodo a causa delle piogge invece di rientrare per la via diretta da Nosy Bé a Tana.
  • Se si deve ridurre di un paio di giorni o tre, si può togliere Andasibe e rientrare in aereo da Nosy Bé
Visti
Non serve dall'Italia, si fa in aeroporto con una coda di mezz'oretta con 27 € meglio se contati.

Voli
Scegliete l'offerta migliore un paio di mesi prima della partenza perché i prezzi sono molto variabili. Io ho volato Ethyad (Air Seychelles) con stop a Abu Dhabi e Mahé. Lo so che è lunga (24 h) ma è costato solo 650. Se si ha l'opportunità di trovare qualche posto vuoto sui charter che vanno a Nosy Bé, si possono trovare occasioni ancora migliori (fino a 350 €). I voli interni costano un po' più di 100€. 

Agenzie


L'organizzazione di un viaggio in Madagascar, a meno che non vogliate prendere un pacchetto preconfezionato con un settimana al mare, tipo villaggio a Nosy Bé, che va per la maggiore, magari con aggiunta di qualche escursione nei dintorni per rendersi conto, richiede un po' di tempo e di attenzione, nel calcolare i tempi, i luoghi da vedere ed il modo in cui vederli. Il sistema zaino in spalla è come ovvio più romantico, ma qui più faticoso del solito, se siete adusi all'Asia. Richiede molto più tempo, disagio e impegno. I costi dell'affitto di un fuoristrada (in molti casi indispensabile) con autista invece sono ancora molto accessibili e rappresentano a mio parere il modo più efficace per vedere molto di più in tempi minori. Vi do il sito di un'agenzia assolutamente valida ed economica a cui vi consiglio di chiedere un preventivo se siete sul viaggio fai da te, ma comodo.

http://www.evasionsansfrontiere.com
Se avete la possibilità di avere nel sud, come guida Patrick (questo è il link facebook per contattarlo direttamente) non ve ne pentirete perché è una persona davvero valida sotto ogni punto di vista.

Inoltre questa è la mail dell'incaricata che mi ha seguito e che si è attualmente messa in proprio e di cui ho potuto apprezzare efficienza e professionalità e che potete contattare direttamente:


Miss Verohanta NDRENOME  verohanta_niriko@hotmail.com
Contattatela pure per info e per pianificare un giro secondo i vostri interessi.

Cambio

Conviene cambiare subito all'aeroporto, in quanto è molto più veloce che in banca e anche perché al di fuori dei centri turistici le possibilità sono limitatissime. Inolte il tasso proposto è il migliore. Le carte di credito sono praticamente inutili al di fuori dei grandi alberghi internazionali, se li praticherete. In giro, per le cifre superiori ai 10€, vengono accettati anche gli Euro, ma non le monete. Tenete conto che se dovete solo mangiare, fare acquisti e per le mance, la vita costa pochissimo, per cui evitate di cambiare troppi soldi all'inizio. Se siete degli spendipoco come me calcolate tra i 70 e i 100 Euro a settimana per tutto, più alberghi e macchina. Attualmente il cambio è: 1 Euro = 3400 Arary, preparatevi quindi a pacchi di banconote da 10.000 Ar. Cercate di avere scorte di 1000 Ar. e 2000 Ar. per le mance, costante continua del viaggio.

Sicurezza

Consuete cautele. L'Africa non è l'Asia e questo prevede un minimo di maggiore attenzione nelle grandi città. Sembra, ma potrebbe essere esagerato, piuttosto pericoloso girare da soli a Tana, soprattutto in certe zone del centro vicino alla stazione ed in qualche mercato. In particolare sembrano particolarmente attivi i borseggiatori. Un mio amico è stato derubato con destrezza appena uscito dall'aeroporto, per cui usate le opportune cautele, soldi e documenti distribuiti e ben nascosti, macchine fotografiche e telefonini non esibiti. Tuttavia non fatevi prendere dalla paranoia, questi fatti sono molto esagerati spesso da chi abita fuori città o da chi ha interesse a proporsi come accompagnatore, anche se la prudenza non è mai troppa. Fuori della città mi pare che non ci siano problemi. Noi non abbiamo mai avuto nessuna sensazione di pericolo di nessun genere. Quindi rilassatevi e pensate a godervi il viaggio.

Sanità

Le consuete precauzioni africane con le solite vaccinazioni (inclusa antitetanica e antiepatite). Per quanto riguarda la malaria, non dovrebbe essere un problema, debellata praticamente ovunque se non nelle zone più remote. Piuttosto, tenendo conto che in alcune zone è forse presente il Dengue, usate i cosiddetti comportamenti anti puntura, vestiti coprenti e chiari (compatibilmente col clima) e irrorazione con Autan potenziato (20%). Comunque nelle zone remote dove potreste avere il problema (trekking nelle zone di foresta pluviale o in vicinanza di fiumi), disporre di  una zanzariera sarebbe la cosa migliore, sola protezione valida, durante la notte, negli hotel spesso è fornita, anche se il pericolo è molto scarso. Io ho fatto il Lariam comunque, dato che non lo soffro, ma di zanzare non se ne sono viste quasi mai. I problemi alimentari sono i soliti, io prenderei dei fermenti lattici preventivi e poi non mi farei troppe paranoie, se no devi rinunciare a tutti quei meravigliosi succhi di frutti tropicali che sono una delle godurie del viaggio, tanto anche chi sta morbosamente attento il cagotto, una volta durante il viaggio, se lo becca lo stesso. Due giorni di Imodium, carta igienica sempre pronta, mutande di ricambio e via andare. Portatevi ovviamente i vostri farmaci di routine che lì non si trovano e dottori mgari per qualche giorno non ne avrete a disposizione vicini.


Comunicazioni


Internet e Wifi gratuito praticamente in tutti gli alberghi e in molti ristoranti, ma la connessione è molto lenta tale da impedire praticamente l'uso di Skype, funziona bene whatsapp (o come si scrive). Quindi portatevi se lo usate il vostro tablet, ma tenete conto che spesso durante il giorno non viene fornita luce elettrica e quindi anche il wifi non funziona per nulla. Allora potete considerare di prendere una SIM locale. Presa elettrica per caricabatteria, se c'è corrente, come la nostra.


Alberghi e ristoranti


Quelli provati, li ho citati post per post, (gli alberghi anche nella descrizione dell'itinerario). Nei ristorantini piatti da 2 a 5 $. Non trascurate lo street food, con giudizio. Della cucina vi ho già parlato a parte, provate, provate, provate. La frutta costa pochissimo ed è disponibile in abbondanza in ogni mercato. Vi consiglio di comprane di giorno in giorno da sbocconcellare in viaggio, previa lavatura con amuchina. In particolare manghi, papaye, ananas, litchi, banane (non perdete quando levedete quelle rosse). Nei ristoranti è centellinata per cui sfogatevi nei mercati perché è davvero unica e provate i tanti frutti sconosciuti che vedrete a seconda delle stagioni.

Altre notizie e consigli spiccioli sul mio itinerario li ho già dati nelle sezioni Survival Kit in fondo ad ogni post e qui sotto vi ci rimando.


Quindi per chi vuol conoscere qualcosa di più approfondito, più che altro sensazioni ed emozioni cotte e mangiate,  date un'occhiata ai link sottostanti o mandatemi una email:


E non dimenticate che tra qualche mese uscirà l'ennesimo libro /falsa guida di viaggio.




Tutti i link che parlano di Madagascar:

Mad 11: Gli Zafimaniry

Nessun commento:

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!