Taiwan

A travel survival kit

Penso che sarà piuttosto raro programmare un viaggio dedicato esclusivamente a questa isola, non tanto perché non sia un paese degno di interesse, quale paese non lo è, ma in quanto, essendo comunque una meta lontana e piuttosto impegnativa finanziariamente, difficilmente può essere scelto come viaggio imperdibile ed esclusivo, da non rimandare troppo nel tempo. Essendo in effetti i prezzi non troppo lontani dai nostri, io consiglierei di abbinarlo a qualcosa di limitrofo, ad esempio appunto alla Cina continentale che, in ogni caso, data la sua vastità, non si può certo esaurire in un solo itinerario. Della Cina, Taiwan mantiene molte caratteristiche comuni, il modo di spostarsi, la cucina e la barriera linguistica anche se qui troverete molta più disponibilità a parlare l'inglese. Inoltre le barriere burocratiche sono molto inferiori, a partire dai visti, all'internet non controllato e così via.
E'molto probabile che quindi opterete per un soggiorno attorno alla settimana, cosa che ovviamente impedisce di vedere completamente l'isola e vi costringerà a sceglierne solo qualche punto fondamentale per averne un'idea di base. Se si volesse andare un po' più a fondo ritengo non si possa andare al di sotto delle due settimane. Qui sotto vi descrivo l'itinerario da me seguito, con due punti di base, uno a nord e uno a sud, attorno ai quali muoversi un poco. Per quanto riguarda la lingua ricordatevi che la scrittura utilizza i caratteri tradizionali molto più complicati, per cui non vi servirà a nulla aver faticosamente imparato a memoria quelli in uso in Cina, inoltre qui si parla una lingua locale e non il mandarino o cinese standard che comunque quasi tutti capiscono.

Il mio soggiorno ha previsto: 

Itinerario a Taiwan
  1. Arrivo a Taipei
  2. Giro nella parte nord dell'isola
  3. Taipei città
  4. Trasferimento a Kao Hsiung
  5. Visita di Tainan
  6. Kao Hsiung città e isola di Cijin
  7. Ritorno a Taipei e ancora città
  8. Partenza per l'Italia
Tour nord

Avendo ancora una settimana consiglierei di aggiungere, un giorno a nord nella zona di Ruifeng. Due giorni a sud nel parco di Kenting. Se siete in estate, un paio di giorni per spiagge e lungo la costa est e un paio di giorni da dedicare a qualche isoletta intorno di cui si dice un gran bene come Green island o Horchid island.

Come viaggiare

Direi che qui si può girare facilmente in assoluta autonomia. Vi basterà familiarizzare un attimo con il sistema metro/treni dell'isola, per spostarvi dovunque con estrema facilità e in modo molto economico. Al limite per guadagnare tempo potrete prendere uno o due tour giornalieri completi che tocchi una serie di punti (come ad esempio il giro che ho fatto nella zona nord e che ha un prezzo accettabile, 4000 NDT per 2 o 4 persone) ed evita una serie di spostamenti con mezzi locali che difficilmente consentirebbe di fare lo stesso itinerario in un solo giorno. Per spostarsi nelle varie città dell'isola comodissimi treni, normali o ad alta velocità e bus a tutte le ore del giorno. Fa tutto perno nella stazione centrale di Taipei da dove parte e arriva tutto. Indicazioni molto facili e intuitive. Per andare da Taipei a Kao Hsiung col treno ordinario, 4:50 h a 843 NDT, con l'alta velocità 2:15 h a 36 € circa. Da KaoHsiung a Tainan, treno normale in 1 h a 69 NDT andata.

Da Taipei a Kao Hsiung



Metro 
Metro di Taipei
Prendendo ad esempio quella di Taipei che ha 5 linee principali, con la cartina che trovate dovunque e in ogni hotel potrete raggiunger facilmente qualunque punto turistico della città e dei primi dintorni. Il biglietto per una corsa (gettone ) costa da 20 a 50 NDT a seconda della distanza e si prende ai distributori automatici. C'è una tessera conveniente per tutta la giornata (o anche per più giorni) valida per metro, treni urbani e bus a 120 NDT che si prende anche alle biglietterie. Da e per l'aeroporto c'è una linea dedicata che arriva sempre in Centrale al costo di 160 NDT. In taxi costa almeno 1000 NDT.

Visti 

Il visto turistico di 30 gg per Taiwan è gratuito e viene fatto per gli italiani in aeroporto all'arrivo. Se nel volo avete uno stop over in Cina, ricordatevi della possibilità del visto di transito (temporary visa) parimenti gratuito valido fino a 72 ore. Se abbinate il viaggio ad una permanenza in Cina invece vi servirà per quel paese il visto normale o doppio se ci starete più giorni sia all'andata che al ritorno.

Voli

Diverse alternative da e per la Cina. All'andata Guilin - Taipei ho preso China Southern Airlines a 154 €. Per il ritorno China Airlines fino a Malpensa con cambio aeroporto a Shanghai a 501 €.

Periodo di viaggio

Se escludiamo il periodo più piovoso che varia delle varie parti dell'isola. A sud piove da maggio ad ottobre tifoni inclusi, mentre a nord, dove fa più freddo, piove da ottobre a marzo, per cui i periodi ideali sarebbero la primavera e l'inizio autunno, ma il tenmpo è molto variabile quindi diciamo che è valido più o meno tutto l'anno, anche se in piena estate siamo sempre altre i 30°C umidi. A fine novembre a nord ha quasi sempre piovigginato e faceva freschino. Comunque portarsi sempre dietro ombrellino o mantella antipioggia per non rimanere bagnati tutto il giorno.

Moneta

Dollari e Euro hanno pari dignità, si cambia in banca, noi abbiamo cambiato in aeroporto a tariffa onesta. Carte di credito normalmente accettate. 

1 € = 33 NDT (Nuovo Dollaro Taiwanese)
1 $ = 30 NDT (Nuovo Dollaro Taiwanese)

Si può cambiare anche in albergo 

Wifi e comunicazione

Ormai servizio indispensabile, è offerto gratuitamente da tutti gli Hotel, anche da 3 stelle in giù e da tutti gli esercizi di ristorazione e bar. La connessione è sempre ottima anche in camera. Nessun firewall,potrete quindi connettervi alle vostre usuali app senza problemi, quindi non prenderei una Sim locale.

Sicurezza

In Oriente la sicurezza non è mai un problema, ma a Taiwan direi che questa è assoluta e non avrete mai la minima sensazione di pericolo, anche se vedrete pochissima polizia in giro ovviamente un minimo di attenzione al borseggio nei luoghi superaffollati, ma è più una precauzione esagerata che una necessità. Naturalmente usare normale prudenza, non mostrare soldi o lasciare cose incustodite, ma direi di andare tranquilli. Tra l'altro anche qui la mancia non esiste e anzi ci si meraviglia, i tassisti restituiscono anche i centesimi, al limite ci rinunciano.

Acquisti

Souvenir da turista e giargiattole varie.

Sanità.

Le consuete precauzioni asiatiche con le solite vaccinazioni (inclusa antitetanica e antiepatite). I problemi alimentari sono i soliti, ma direi inferiori alla Cina continentale, qui direi che siamo quasi a livelli occidentali con un minimo di attenzione per lo street food. Io prendo dei fermenti lattici preventivi potenziati, perché sono molto delicato. Portatevi ovviamente, oltre ai soliti farmaci di emergenza, i vostri di routine che lì si trovano, ma è sempre un problema spiegarsi in farmacia anche se sapete il principio attivo. Vi rimane sempre la medicina tradizionale, auguri. 

Cibo

Qui trovate ristoranti che offrono tutte le cucine del mondo oltre alla fusion che mette tutti d'accordo. Avrete di certo l'occasione di provare cibi locali soprattutto nei night market che rappresentano comunque una esperienza importante nella conoscenza del paese. 

Alberghi e ristoranti

Quelli provati, li ho citati post per post. I 3 stelle sono assolutamente accettabili con costi che vanno dai 20 ai 60 € per doppia con AC, in bassa stagione. Li ho trovati tutti validi, con buone dotazioni, la maggior parte piuttosto nuovi e ragionevolmente puliti. Di norma conviene prenotarli su Booking perché le offerte sono spesso molto più basse del prezzo al bancone, che varia anche molto a seconda dei giorni della settimana. Il personale è sempre gentilissimo e generalmente parla inglese. Nei ristoranti veri, spenderete tra i 10 e i 20 €uro, anche qui si usano le bacchette e si beve il thé di default, ma a richiesta vengono sempre date le posate.

Ingressi e foto


Gli ingressi nei vari monumenti sono piuttosto cari anche 10 € a botta, a  volte sconto o gratuità anziani. Si può sempre fotografare e non sono richiesti sovrapprezzi per le macchine fotografiche. In generale nei templi non è d'obbligo togliersi le scarpe.



Infine per chi vuol conoscere qualcosa di più approfondito, più che altro sensazioni ed emozioni cotte e mangiate,  dia o mandatemi una email:


enricobo200 chiocciola gmail punto com

E' in corso di pubblicazione il tomo Cina sud /Taiwan di oltre 400 pagine.


Nessun commento:

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 111 (a seconda dei calcoli) su 250!