giovedì 14 giugno 2012

UFO estivi.

Diceva un mio amico: Toh è arrivata l'estate, non ci sono più notizie ed i giornali tirano fuori qualche cosa sugli UFO! Mica torto, il fatto che ormai l'estate è alle porte, ma le pagine sono tutte occupate dallo spread che va su e le borse che van giù, altro che UFO. Mi adeguo io allora, dato che sulle schermate estive del blog, mi trovo con degli spazi liberi. Ma dove sono andati a finire? Perché non vengono a dare una mano nel bene o nel male, portandoci l'età dell'oro o vaporizzando tutto, per mettere fine a questo esperimento fallito? Mah, permane il mistero. Allora siamo soli nell'universo, nessuno dal cielo, si sbellica dalle risate al vedere gli gnomi di Zurigo che si affannano a stipare nelle cassette di sicurezza degli alberghi, le uniche rimaste libere, i soldi delle casalinghe di Voghera? Forse. Il fatto è che abbiamo ormai appurato che di pianeti come la terra ce ne sono a miliardi e le probabilità dicono che lo sviluppo di forme di vita altrove è abbastanza logico, ma possiamo incrociarle? Qui il discorso si fa sottile. Forse l'affermarsi della vita intelligente (sì come la nostra, non fate facile ironia) porta con sé il gene dell'autodistruzione, per cui ognuna di queste forme è destinata ad autodistruggersi nel giro massimo di un migliaio d'anni, dal momento in cui sviluppi una tecnologia tale da poter contattare le altre. 1000 anni sono un tempo talmente ridicolo confrontato ai miliardi di anni dell'universo che le possibilità di sviluppo contemporaneo sono davvero minime. Ma se davvero ci fosse questo colpo di fortuna, d'altra parte qualcuno ogni tanto lo fa il 6 al superenalotto, quali potrebbero essere le tipologie relazionali? 

Primo caso. Hanno resistito proprio perché hanno imboccato la strada di un'etica che non permette loro di interferire con un altro tipo di vita, per non introdurre inevitabili e forse letali conseguenze, tipo la nostra presenza in un'area naturale protetta. Allora ecco che ogni tanto ci sbirciamo, ma poi scappano subito per non interferire. Secondo caso. Vengono a controllare l'esperimento e ogni tanto danno un input per mandarci avanti. Soluzione Odissea nello spazio. Allora in questo caso, datevi una mossa ragazzi, che siamo alla canna del gas. Terzo caso, sono un po' come Colombo alla ricerca di nuova terra per l'impero, di oro da razziare, Allora prepariamoci a fare la fine degli indiani d'America a meno che, dopo la fase esplorativa decidano che non c'è proprio niente di buono da portar via. Quarta ed ultima possibilità, sono dei tontoloni tecnologici, stupiti da un esotico mondo diverso dal loro, in viaggio di piacere. Allora forza ragazzi, cerchiamo, appena scendono, di vendere loro un po' di colossei di plastica, magari di rifilargli un po' di titoli di stato o di titoli tossici. Si può fare, abbiamo visto di peggio. Intanto, poiché il mio amico Gianni, il più grande Ufologo che conosco, si dichiara convinto e non vorrei che si adontasse perché la prendo troppo alla leggera, date un'occhiata a questo filmato di qualche mese fa, girato dal finestrino di un'aereo che stava sorvolando l'Himalaya ed al momento non ancora spiegato scientificamente. Se ascolterete attentamente, sul finale potrete anche dedurre senza ombra di dubbio, la presenza di un siciliano tra i passeggeri dell'aereo. Fatemi sapere le vostre idee e le vostre eventuali esperienze in merito (abduzioni o altro).





Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

5 commenti:

Anonimo ha detto...

che bello avere dei compagni di viaggio nello spazio !!viva gli UFO !!!!che bello avere un compagno di scuola che ti spiega tutto della politica e della finanza, a costo zero !!e a tasso (ti ricordi la cartoleria di corso roma di puggini?) zero ti allego una cosa che ho scritto sul tempo il tempo non è denaro ci sono previsioni di tempo e di denaro utili al giorno d'oggi come scrivi tu: buona ettura
ciao
sempre io
G.M.

massimo ha detto...

ma guarda che sono deficienti forte 'sti extraterrestri. tutta 'sta strada e poi quando arrivano qui danno un'occhiatina e se ne rivanno. Mai che capiti coi tunisini sui barconi.

enrico ha detto...

@GM - chi spiega di solito ne sa meno di chi ascolta, solo ha fama di essere credibile...

@Max- mah è un po' come quando andiamo nella riserva naturale, loro almeno non lasciano le cartacce e i sacchetti di plastica in giro

FEROX ha detto...

Il fenomeno UFO, checche' se ne dica, e' un fenomeno che esiste, resiste e persiste.
Quindi, cari Ragazzi, o lo vogliamo affrontare seriamente con tutte le conseguenze filosofiche, religiose, economiche che esso comporta oppure pecontinuiamo a pensare che esista solo il campionato di calcio e il prezzo della benzina.....
Ma un momento... prima di affrontarlo, come per ogni argomento, occorre fare una cosa:
DOCUMENTARSI.
E poi azionare la bocca per parlare.
Scusate, ma e' ora di smetterla di trattare con ironia cio' che non dovrebbe, e di trattare con rispetto cio' che non merita neppure una scorsa d' occhio o un vago commento....
Un caro saluto a tutti quanti...
FEROX

enrico ha detto...

@Ferox - carissimo ti aspettavo al varco. Il problema è che questo non è un blog serio, quindi... aspettavo giusto un intervento come il tuo che mettesse a posto le cose, comunque se anche il nostri amici verde , dicessero la loro, sono disponibile ad accettare il contradditorio.

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!