giovedì 20 settembre 2018

Chiedere il visto



Sta diventando sempre più complicato. Ieri è saltato fuori che per andare dove dobbiamo andare (bellala citazione, eh) non ti fanno più il visto all'arrivo in aeroporto, pagando naturalmente, ma che bisogna fare tutto on line. A parte il fatto che la siùra Maria diventa così obbligata ad andare forzatamente in agenzia, non pensate che sia una cosa così semplice come sembra. Miei amici che hanno i ditoni grossi come me e quindi fanno un po' fatica a pigiare i tasti del PC e si sono rivolti ad apposita agenzia(non in Italia), obbligatoria, per fare 2 visti per l'India, hanno speso 361 Euro, tanto per dirne una. Comunque ieri mi sono messo di buona lena alle 9:00 e ho finito alle......11:00, due belle orette di lavoro, per ottenere i famosi pezzi di carta da mostrare all'arrivo in aeroporto, naturalmente avendo già pronti e scannerizzati, passaporti e fotografie, carta di credito, PIN, password e dio se li porti via. Ma tutti questi inventori di tecnologie e start up, non possono pensare a soluzioni, app speciali, che facilitino questo approccio digitale che ormai è necessario anche per fare la minima cosa, per renderlo più user friendly? Secondome farebbero i soldi a palate. 

Invece questi cacchi di siti, che naturalmente sono tutti governativi, sembrano fatti apposta per formare un vero e proprio percorso ad ostacoli difficile da capire, da interpretare e da trovare, dato che il percorso corretto è sempre ben nascosto nei meandri delle varie home pages. Poi, ogni tanto tutto si inceppa e ti costringe a ricominciare da capo, niente viene tenuto in memoria e devi riscrivere ogni cosa, non solo, ma poi date le sfilze e le stringhe di numeri e lettere che devi digitare a mano, ti sbagli e rischi di pagare per niente, come ovvio, ogni versamento è not refoundable, diciamo a fondo perduto.  Prima ti devi iscrivere e inventare la nuova password che naturalmente fuziona come quella barzelletta che gira sui social, per cui non va mai bene quella che proponi tu, ci vuole un tot di caratteri, ma almeno uno maiuscolo e uno di caratteri speciali e un cavolo di vaff... Va beh lasciamo stare, comunque anche questa ormai è fatta ed alle spalle, adesso devo solo più passare da decathlon a prendere alcune cosette per le attività più impegnative, ci casco tutte le volte non preoccupatevi e poi posso dire di essere pronto anche se non completamente dal punto di vista psicologico, quello che ti fa sentire quella vocina che insinua sempre il dubbio che tu ti stia dimenticando delle cose essenziali. Tanto poi quando senti il rumore deimotori e le ruote che si sollevano dalla pista passa tutto. Dai Iapo che sto arrivando!


Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Et oui , c est nous les voyageurs quasi nuls en internet et totalement perdus dans les tracas des visas en ligne!!
Donc , je résume , Enrico :2 visas pour l Inde , les frais de l'agence ,le prix de chronopost pour nous les envoyer = 361 euros !Voilà.
BON VOYAGE à venir
Jac.

Enrico Bo ha detto...

Donc j'avais oublié la chifre exacte!

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 108 (a seconda dei calcoli) su 250!