martedì 17 dicembre 2013

A Natale regala un libro!

Diciamo sempre che la cultura è parte fondamentale nella vita e nella formazione dell'individuo, ma ora più che mai lo deve diventare anche nel riscatto di una economia esangue. Ecco quindi che anche il provvedimento del governo di questi giorni, va finalmente in questa direzione. Dunque, poiché come sempre vi ricordo, questo è anche un blog di servizio, vi suggerirei di utilizzare le festività imminenti ed immanenti come occasione, per migliorare il livello culturale vostro e dei vostri amici; di non perdere tempo a girare inutilmente in cerca di regali che saranno invariabilmente riciclati; di far girare la nostra povera economia con poca spesa, oltretutto deducibile dalle tasse al 19%; di incentivare infine meritoriamente il mercato librario. A questo scopo vi consiglierei anche un autore molto interessante, ormai assurto agli onori dei più alti allori letterari. Sebbene non ancora conosciutissimo può vantare un successo editoriale quasi planetario, che può vantare, come recitano le fascette:

PIU' DI SEI EDIZIONI IN POCHI ANNI .
GIA' PIU' DI 10 COPIE VENDUTE.
MAI VINTI PREMI LETTERARI
NON ANCORA TRADOTTO IN 18 LINGUE A CAUSA ANCHE DEL SUO ITALIANO APPROSSIMATIVO.
140 SETTIMANE TRA GLI ULTIMI 5 IN CLASSIFICA TRA I BEST SELLERS.

Farete un piacere più a lui che ai vostri amici, ma senza neppure spostarvi da casa per andare in libreria, pensate alla comodità, vi suggerisco qui di sotto le sue ultime tre opere pubblicate, sia in cartaceo che in eBook (perché è anche uno scritt  autore digitalmente preparato). Basterà cliccare direttamente sui link qui sotto, per essere catapultati sulla pagina in cui mettere il libro nel carrello, addirittura a prezzo scontato.

















I vostri amici ve ne saranno grati. Se vi chiedono qualche cosa, dite che si tratta di un autore emergente di grande futuro. Se dopo invece non vi salutano più, non prendetevela, non erano veri amici. Ehehehehe.


Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:


2 commenti:

Juhan ha detto...

Non so se vale perché conosco l'Autore (notata la maiuscola?) ma devo proprio dirvelo: altamente raccomandabile.
Intanto non è vero che l'italiano è approssimativo, questa è una diceria esecrabile come le scie chimiche, gli OGM, l'onestà della Juve e compagnia bella (anzi brutta).
Venendo al contenuto probabilmente vi è utile sapere che ci sono dentro le robe del blog ma nel libro diventano diverse (credo che l'amico Marshall abbia trattato l'argomento da qualche parte, dovrei controllare).
E poi metti che uno legga il libro e non sia già lettore del blog: lo diventerà. E poi magari scoprirà (w la curiosità finalizzata al bene!) che l'Autore (ri-notata la maiuscola?) scrive sporadicamente anche su un altro blog, collettivo (adesso non vi dico che è il Tamburo Riparato che altrimenti sarebbe pubblicità, neanche troppo occulta).
Dai che mancano pochi giorni!

OT: bello che Firefox segni Juve come errore.

Enrico Bo ha detto...

@Ju - Grazie sei sempre troppo gentile. Caffé pagato appena passo da Piubes.

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!