martedì 31 gennaio 2017

Forse tutto il male non vien per nuocere

dal web

Quello che il suo spin doctor (o era quello che gli preparava i discorsi, non ricordo bene) ha definito: Un maiale a cui bastava mettere il rossetto, ne fa veramente una tutti i giorni. Ora molti osservatori neutrali, sono via via talmente schifati da tutto questo che usano parole insolitamente dure e spesso anche improprie, come se fossere davvero giunti al limite della sopportazione. Io che spesso mi lascio trascinare dalla foga del cuore, sarei per mia natura portato a lasciarmi andare giù pesante, invece comincia ad insinuarsi in me un ragionamento che forse non è così campato in aria. Mi piacerebbe sentire il vostro parere in merito. In sostanza, un personaggio di questo tipo che ha mosso subito in tutto il mondo i politici della sua area di "pensiero",  per usare una parola comprensibile, ad un atteggiamento di appassionata adesione ed identificazione, se continua con questo ritmo, potrebbe generare anche una nuova ed inattesa conseguenza. 

I frutti marci dell'odio cominciano a cadere dalla pianta, come si è visto ieri in Canada, ma anche senza aspettare i disastri economici che le politiche di autarchia e protezionismo spinto provocano di norma, lo stillicidio continuo di provvedimenti demenziali, con annesse tare morali davvero ignobili, potrebbero provocare in tutta quella parte di Europei, che si sono lasciati trascinare all'appoggio di movimenti di estremismo populista, da un senso di rivalsa contro una politica che non ha dimostrato efficienza e capacità di andare nella direzione della soluzione dei problemi, per motivi vari, un senso di tale nausea e repulsione da far loro abbandonare le posizioni più estreme che in effetti stanno prendendo uno spazio così pericoloso, quale non si avvertiva da decenni. Non parlo certo dei nazisti in pectore, degli orfani di Pol Pot o dei sostenitori della razza a prescindere, quelli anzi saranno ancor più felici dal vedere in atto un loro disegno sperato.

Ma i moltissimi soltanto delusi dall'andazzo e che si sono rivolti a questi movimenti, come si suol dire "per protesta", potrebbero, man mano che ne fa di nuove, lasciare il campo e rientrare in una destra per così dire ragionatrice, che essendo normalmente composta da gente che ha a cuore comunque una propria etica, l'economia in generale e quella del proprio portafoglio in particolare, fa presto a rendersi conto che va bene l'odio e la voglia di spaccare tutto, ma tagliarseli tafazzianamente per far dispetto alla moglie, è meglio lasciarlo fare agli inglesi. Certo se questa linea dovesse cominciare ad espletarsi, i vari movimenti dai pentanariciuti alle teste rasate, lo abbandonerebbero di corsa, ma intanto il danno sarebbe fattto. Questo aspetto, non tanto impossibile, mi sembra positivo a prescindere, quindi forse è bene che il gatto morto, come qualcun altro al Campidoglio per altro, continui a rimanere al suo posto e ne faccia una delle sue tutti i giorni, anche se in quel lontano paese hanno purtroppo avuto spesso l'abitudine di risolvere diversamente le cose, speriamo di no. Alla fine la comunità di Surakhis e della galassia intera potrebbe beneficiarne.

Estratto da: I ragionamenti dal triclinio della Fellatrix 
Paularius di Novigorod


Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

Bene bravo bis
Consegne

2 commenti:

Juhan van Juhan ha detto...

Mah, chissà. Io faccio a capire e sui social trovo solo chi la pensa come me (sono biasato). E se non fossi vecchio anche impaurito. Più della combinazione neve+terremoto.

Enrico Bo ha detto...

altro chepaura , la mia è terrore puro per quello che gira nell'aria e nelle zucche vuote del popppolo

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!