giovedì 31 dicembre 2020

Ri-San Silvestro


 

E così ci siamo arrivati al fondo di questo anno bastardo, quasi non vissuto, speriamo unico nel suo genere per un bel po'. Per carità, come già detto più volte, sono l'ultimo che si possa lamentare, ma un po' l'età, un po' il carattere, lasciatemi almeno la possibilità di fare il vecchio borbottone. Dunque classico post riassuntivo di numeri e risultati e di buoni propositi. Il blog è andato avanti di conserva su binari ormai consolidati dall'uso e dalle abitudini, con numeri, come ormai di consueto, in costante anche se lieve calo, sembrano i grafici del virus. Si raggiungono a malapena i 50 contatti al giorno, spesso meno. I commenti rari e poco contestatori, quasi quasi rimpiango le folle di haters che popolano il web. Ho cercato di fare qualche post polemico contro i no-vax, contro i salvatori del pianeta, ma niente da fare, neanche un leone da tastiera che mi insulti come si deve. Costanza nel numero dei lavori, come sempre tra i 270 e i 280 i post pubblicati e superata la boa dei 3500 totali, anzi per la precisione:3554. 1.120.000 le pagine consultate negli ultimi dieci anni, da 155 paesi, 7 dei quali con oltre 1000 visitatori unici. 

Tuttavia la soddisfazione maggiore mi è venuta dalla pubblicazione di altre 2 delle mie s-guide di viaggio, quella a mio parere interessante sulla Cina del Sud, dove nel novembre 19 ho sfiorato il Covid ameno di 500 km da Wuhan e quella rivissuta con dolore e nostalgia, dopo 43 anni del mio viaggio nel tribolato Yemen e poi la quarta antologia del blog con gli scritti dal 16 al 19, cosa che porta i miei lavori al totale di 24, datemi atto un lavoro di un certo impegno, più o meno 10.000 pagine. L'attività delle conferenze invece, causa Covid si è ridotta considerevolmente e speriamo si riprenda nel prossimo anno, spéruma ben, come si dice da queste parti. Tuttavia devo dire che tutta questa attività scriptoria mi ha aiutato parecchio a superare l'inedia mortale causata dalla reclusione forzata e quindi benedetto blog, che spero di portare avanti fin che riuscirò, virus permettendo. Quindi Buon fine d'anno 2020 anche se saltiamo il cenone e come si dice, se non ci vediamo più Buon Anno Nuovo!



2 commenti:

Pierangelo Martinengo ha detto...

Colgo l'occasione per augurarvi un buon anno (speriamo). Ciao e su con il morale.

Enrico Bo ha detto...

Grazie , altrettanto a voi!

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 111 (a seconda dei calcoli) su 250!