domenica 14 ottobre 2012

L'erbario.

Era una estate calda di tanti anni fa. L'esame di botanica sistematica era alle porte, mnemonico e lunghissimo,  con un peso aggiuntivo, quello di raccogliere e sistemare un erbario di almeno 100 vegetali, farli debitamente seccare e provvedere a classificarli. Un sacco di bocciati ogni volta. La mia ragazza oltre che carina era anche molto buona e cominciò allora a prendersi cura di quello che poi sarebbe stato suo marito, avendo credo subito capito che avrebbe dovuto farsene carico per lungo tempo. Così, mentre faceva l'erbario per sé, ne raccoglieva un esemplare in più che, debitamente seccato tra due fogli di giornali, costituì il mio erbario da portare all'esame. La classificazione era semplice per tutti, bastava andare all'orto botanico dove l'anziano tecnico di laboratorio diremmo oggi, allora lo chiamavamo semplicemente bidello, dietro compenso di mille lire, girava velocemente i fogli, mentre tu scarabocchiavi a matita sul lato. "Custa sì à l'è la Festuca arundinacea, cust 'l Cynodon dactylon e custa sì la Malva silvestris, t'las bütala pröpi bin, bràu"  e te ne andavi sereno con il pacco sotto il braccio. 

Per motivi logistici avevo anticipato l'esame a dicembre. Il "mio" erbario era davvero magnifico, feci un figurone, poche domande facili facili e me ne andai incamerando un bel 28 sul libretto. Appena usciti, vendetti subito il malloppo ad un collega che era venuto a vedere come si svolgeva l'esame (e che mi segue tutt'ora e che se ne ricorderà certamente). All'appello di febbraio fu la volta della mia ragazza. Sfortunatamente il mio acquirente si presentò proprio prima di lei sostenendo l'esame con successo. Quando fu il suo turno, il prof notò subito che l'erbario era identico a quello precedente, si rabbuiò alquanto fiutando il marcio e finì per bocciarla. Come vedete nel mondo non c'è giustizia. Voi direte, va bene dopo un pacco del genere, ti avrà mollato con accompagnamento di qualche schiaffone. No, mi perdonò, e non solo ridiede l'esame con successo all'appello successivo, ma, incautamente dopo un paio d'anni decise di farsi carico di questo infame per il resto della vita e io non mi sono ancora scusato (della faccenda dell'erbario intendo). Oggi sono 40 anni e non ce ne siamo quasi accorti. Era una bella giornata d'autunno con un tappeto di foglie gialle e rosse sulla collina di Torino. Lei era davvero bella e ci credevamo tutti e due che sarebbe durata a lungo. Abbiamo avuto fortuna certo, io per lo meno. Tanti auguri Tiziana.



Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

17 commenti:

Juhan ha detto...

Auguri!
Però!!!

(a me è capitato l'opposto allo scritto di Fisica 2: ho fatto il compito per il mio amico ciuccio e non ho finito il mio.)

bruna (laperfidanera) ha detto...

Augurissimi alla bella coppia! (un saluto speciale alla "santa" Tiziana!)

barni ha detto...

Auguroni! Noi siamo a 30 da due settimane. Speriamo di arrivare come voi...
Ciao
Barni e Cristina

Martino ha detto...

Auguri

cristiana2011 ha detto...

Belli, tutti e due!
Auguri, di tutto cuore!
Cristiana

Enrico Bo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Tanti auguri!
Antonio

Erika ha detto...

Che bel racconto! Auguroni, ragazzi!!!

Anonimo ha detto...

Grazie per l'erbario sei perdonato. 40 anni sono volati. La tua Titti

Enrico Bo ha detto...

Grazie a tutti, siete davvero molto gentili. In particolare però un grazie alla mia Tiziana. (non è che comunichiamo solo via blog, eh!)

Anonimo ha detto...

E Lei ti ha pure perdonato!!!! Bellissima la coppia: felicità e amore .
Che tenerezza!!!


Paola

laura ha detto...

Auguroni a tutti e due

Anonimo ha detto...

Encore beaucoup d'années de bonheur à tous les deux!!
Amitiés - Jac et Jean

Anonimo ha detto...

Tanti auguri affettuosi a te e a Tiziana......e che bella foto !!!!

Gianna

sinonapoletano ha detto...

Essendo esperta di erbe, ha forse usato usato qualcosa in questi anni. Ecco spiegato il tutto.
Scherzi a parte, congratulazioni ad entrambi da chi ha da poco superato dieci anni di matrimonio e 40 di vita.Siete un esempio.

Enrico Bo ha detto...

@Sino - Adesso capisco tutto, come mai sono così perdutamente imbambolato!

Anonimo ha detto...

Lo sempre detto. A perduta libertà lunga e felice prigionia. Tanti auguri...... e che la prigionia duri a lungo.

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!