domenica 16 gennaio 2011

Grigio nebbia.

Una nebbia mortale avvolge la città, grigia sul grigio. Prima di dedicarmi al riposo come impone il buon senso, vi posterò un piccolo haiku che la situazione mi suggerisce.


Nebbia tremula.
Che ansia, questa notte
sognare il mare.



Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

Vena poetica.
I fiumi non ritornano.
Caravanserraglio.

10 commenti:

cristiana2011 ha detto...

EVVAI!

Fiori di pesco
sguardi innocenti
di primavera

Cri

enrico ha detto...

@Cri - è un po' presto ma mettiamola come speranza...

nidia ha detto...

Che stupore quando la nebbia impallidisce e restituisce le cose al mondo! (non è un haiku ma è in tema :-)
Enrico io AMO gli haiku (ne ho postati tantissimi sulla mia pagina di facebook, ci sei anche tu da quelle parti o disdegni come molti miei amici?)

pia ha detto...

Sì.
Grazie di essere tra i miei lettori fissi.

Sandra ha detto...

La nebbia di oggi a me dà un bel senso di pace.
Buona serata Enrico.

Angelo azzurro ha detto...

Io ho sognato le montagne e il sole
che noia 'sta nebbia!

Lara ha detto...

Mi piace il tuo haiku Enrico.
Sa di speranza.
Ciao,
Lara

enrico ha detto...

@Nidia - dai fammi amico che li voglio leggere, noi ragazzi senza feisbuc come faremmo!

Pia - razie a te , mi piacciono le tue cose.

@Sandra - Sì ma a guidare si fa una fatica!

@Angy- Giorno verrà!

@Lara - La speranza è l'ultima a morire.

Ragazze ho quasi finito le frasi fatte, se mi fate ancora un complimento so' fregato.

nidia ha detto...

Enrico, se mi dai la tua email ti chiedo l'amicizia su facebook

enrico ha detto...

@Nidia - enricobo2@tin.it

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!