martedì 2 luglio 2013

Cervicalgia.



Accidenti stamattina che male il collo! E' la malefica cervicalgia, in cinese: 颈部疼痛 - Jǐng bù téngtòng -Forte dolore a una parte del collo. Un bruciore ed un intorpidimento che si a poco a poco si diffondono fino alle spalle. Tenti invano di torcere il collo e far scrocchiare le vertebre, ma niente dà sollievo. Pascal pensava ad altro e tentava di risolvere complesse equazioni. Io, in matematica sono negato, meglio pensare ad altro, magari la lingua cinese, il fatto è che non so neanche quella. Comunque, nel cinese moderno che tende a bisillabizzare le parole per dare maggiore comprensione, la parola dolore è composta da due ideogrammi che significano entrambi dolore, quasi per rafforzare il concetto, ma il primo 疼 - téng - vuol dire Dolore che annichila i sentimenti, che non lascia pensare ad altro, mentre il secondo 痛 - tòng - è il Dolore forte e profondo che da afflizione. Messi assieme rappresentano una descrizione direi completa di quanto è il dolore fisico. La stessa pronuncia è poi quanto mai onomatopeica, quel téngtòng non vi dà l'impressione del battere ritmico ed alternato delle pulsazioni del dolore sulle tempie? Addirittura i due toni, il primo ascendente il secondo secco e discendente danno la scansione implacabile del fastidio che colpisce e non se ne va. Come il tic tac di un pendolo spietato e fastidioso. Che fare, massaggio? Shiatsu? Agopuntura? oppure tenerselo e aspettare che nel corso della giornata passi. Va bene, oggi la mia l'ho detta, vado a farmi due passi, può darsi che un po' d'aria fresca mi dia sollievo.


Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:


2 commenti:

Anonimo ha detto...

Caro Enrico...benvenuto nel Club !!!!!! E provare con un leggerissimo massaggio con Huile essentielle de lavande fine ???
(naturalmente dalla Provenza )
Gianna

Enrico Bo ha detto...

@Gianna - proverò ma sono un po' triste.

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!