venerdì 5 luglio 2013

Quinto compleanno.



I compleanni vanno festeggiati. In molti casi però possono anche essere occasione per fare un punto della situazione. Vediamo un po'. Questo blog ha cominciato a muovere i primi passi, appunto con un post intitolato Cominciamo, cinque anni fa, in un luglio caldo in cui ancora non si capiva la dimensione della crisi che stava arrivando ed in un momento di spensieratezza tale che non mi ha fatto comprendere in cosa mi stavo cacciando. Per voi che mi seguite e per me che porto questa croce (e delizia) è giunto il momento di fare un esame autoptico per capire dove vogliamo andare (chi siamo, da dove veniamo, ecc.). Cinque anni non sono pochi. Hanno prodotto quasi 1500 post (siamo a un soffio), oltre 200.000 contatti da 143 paesi (inclusi Mongolia, Yemen, Gabon e altri che non ho mai avuto la possibilità di visitare), per oltre il 92% dall'Italia come è ovvio, quasi 400.000 pagine consultate. Il record di visite giornaliere è stato di 185 e quasi di 500 pagine. 171 followers fissi. Numeri tutto sommato piccoli, ma neppure troppo per un blog generico, quale è il Vento. I commenti molto pochi, che hanno appena superato i 5000  e la frequenza delle visite giornaliere poco al di sotto delle 100, che ormai da parecchio tempo mi affligge, stagna senza crescere, in quanto appare ormai come il limite fisiologico del blog, non sono certo un dato che possa entusiasmare e impongono dubbi e riflessioni. Quello che quasi tutti i giorni  mi sforzo di buttar giù smanettando sulla tastiera, interessa qualcuno o deve essere destinato solamente ad uno sfogatoio personale di dubbi, di invettiva, di presuntuosa affermazione di cose e di idee? 

Vero è che tutto questo scrivere ha anche prodotto, per mia grandissima soddisfazione tre libri ed almeno altrettanti pronti ad essere editati, ma questo è più una gratificazione personale, quella di stringere tra le mani un volume col tuo nome scritto sopra, un quadretto appeso al muro con un assegno di dollari 21, 85 non incassabile di "diritti d'autore", ma per il resto questo lavoro, che mi occupa per un paio di ore al giorno, appare sempre più fine a se stesso, che di una qualche utilità effettiva. Che fare allora? Dare una svolta restringendo i confini del lavoro, limitandolo ad esempio ai viaggi o alla fotografia o a qualcosa di altro, che so io i ricami all'uncinetto, che mi dicono seguitissimi o addirittura ai sex toys, per scendere su argomenti di interesse più moderno e generale, oppure piantare lì e dedicarsi a qualche cosa di più utile e produttivo? Una decisione non facile da meditare, che sicuramente questa estate, che parre finalmente cominciata, mi aiuterà a rendere più delineata. Bisognerà decidere cosa fare nei prossimi cinque anni. Qualunque sarà, dubito però che riuscirete a liberarvi così facilmente di me. Un segnale da parte vostra, di qualunque tipo, sarebbe comunque di un certo gradimento e potrebbe anche influenzare le mie scelte. Non credo davvero a fondo nella democrazia popolare, tuttavia il tiranno illuminato deve anche saper ascoltare. Il mio amico Paularius, prima di ritirarsi nelle Termae delle sacerdotesse callipigie, lo farebbe senz'altro.


Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

19 commenti:

Martino ha detto...

Direi che così com'è va bene.

Cento di questi giorni!

Juhan ha detto...

Ma pensa te che è la vigilia dell'altro compleanno, quello del Tamburo!
E il blog per me va bene così com'è.
Inoltre il numero di visite, come ti ho già detto in un'altra occasione, è più che rispettabile, considerando la lingua. Questo non vuole essere un suggerimento a passare al cinese: avresti più visite ma mi perderesti. O dovrei ricorrere al traduttore automatico di Google, perdendo comunque le sfumature del tuo modo di scrivere (cosa che t'invidio).
E 5 anni per un blog è un traguardo importante. Continua così, per sempre.

Anonimo ha detto...

Ma il compleanno dei 5 anni è solo l'inizio di un lungo cammino !!!!(ultimo anno di asilo , poi elementari ..medie ..ecc ecc)Se volevi sentirti dire ti continuare io te lo dico : continua . E non farti venire in mente periodi di ..meditazione !!! Al lavoro !!!!
Ciao
Gianna

Anonimo ha detto...

Dimenticavo......Buon compleanno !!!! (non sarà una scusa per una buona torta ......)??
Gianna

Anonimo ha detto...

Dimenticavo......Buon compleanno !!!! (non sarà una scusa per una buona torta ......)??
Gianna

bruna (laperfidanera) ha detto...

Auguroni, Vento dell'est! Complimenti, Enrico!
Il tuo blog è molto vivo e interessante, sia che tu ci parli dei caratteri calligrafici cinesi, sia che tu racconti delle storiche mangiate con gli amici o le peripezie della vita quotidiana, sia che ci parli dei tuoi viaggi in Africa, ma quello che mi piace di più son le Cronache di Surakis...

Anonimo ha detto...

Caro Enrico, la lettura quasi quotidiana del tuo blog e'uno dei sicuri piaceri che la giornata riesce ad offrirmi ,perderlo sarebbe un vero peccato. Percio non cercare scuse ma continua nella tua fatica quotidiana.GLM

La lanterna dei sogni ha detto...

Un bel traguardo 5 anni di Blog...

Buon Compiblog!

Ciccola ha detto...

Ho nelle bozze un post molto simile! Io credo che prima di tutto il tuo blog deve essere utile a te, alla tua voglia di esprimerti e di esplorare argomenti che ti piacciono.
Ne sono usciti dei libri, io ne sarei più che orgogliosa!
Commento poco, ma ti leggo.
Forse potresti fare una ricerca in rete su come aumentare la visibilità del tuo blog, ci sono diversi siti che trattano seriamente l'argomento.
Per quanto mi riguarda, se smettessi di scrivere mi dispiacerebbe molto!
Buon CompliBlog ^__^

Enrico Bo ha detto...

Cumulativamente , grazie ragazzi, è un piacere sentirvi!!! Tranquilli comunque che non ho nessuna intenzione di piantarla.

Anonimo ha detto...

Forza Enrico, continua la tua opera che tanto sollievo è in grado di darci in questa vita tanto travagliata e difficile.

Dottordivago ha detto...

Cinque?
Tsk... io a novembre ne faccio sei, banotto...
Però neanche un libro, 'tacci tua!

Anonimo ha detto...

Bon anniversaire et encore beaucoup d'autres !
Jac.

Anonimo ha detto...

Carissimo Enrico,
Anche se continuerai il tuo blog a oltranza, ti invio il mio pensiero e parere in merito. "CONTINUA!" Parole e immagini sono musica per I miei occhi e le mie corde del cuore. E lo sai che è vero. Ciao dal tuo vecchio compagno.
GMB

Enrico Bo ha detto...

@Doc- Non è difficile basta averne voglia. Dai prova...

Anonimo ha detto...

Carissimo Enrico,

facendo eco a tutte le innumerevoli richieste dei vari commentatori o semplici lettori dei tuoi blog,ti chiedo anch'io di proseguire nella tua .fatica,pur soddisfacente,di autore al fine di dilettarci, commuoverci,informarci,relazionarci ecc... Quindi riprendi le tue sudate carte e,corroborato da cotanta stima e apprezzamento,regalaci ancora pagine prodigiose e magiche.Non importa l'argomento o l'argomentazione.
Scrivi e basta.

Buona estate a te e Tiziana.Non preoccuparti se i commenti diminuiscono,siamo in periodo di canicola e la mente resta sempre un po'ottenebrata e vacua e poco propensa a muoversi e a commentare.
Paola

Enrico Bo ha detto...

@Grazie ancora a tutti!

Anonimo ha detto...

Dopo aver letto che meditavi di sospendere le tue dissertazioni giornaliere mi ha consolato la tua rassicurazione a tutti che non ci libereremo facilmente di te. Io non commento i tuoi scritti ma giornalmente leggo tutto ciò che invii con tanto piacere e interesse. Quindi continua su questa strada che è quella giusta. Auguri e conoscendoti da tre anni fai arrivare almeno a cinque anche me.

Enrico Bo ha detto...

@Anon - Grazie , ma chi sei? spero una deliziosa fanciulla...

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!