giovedì 19 maggio 2016

Ná, Gěi



Oggi prendiamo in esame due verbi molto comuni che viaggiano per così dire in coppia in tutte le lingue e quindi possono essere definiti complementari tra di loro: Prendere e Dare, insomma i classici inglesi To Take e To Give. Come si comporta la lingua cinese rispetto a questi due concetti, dato che proprio l'aspetto concettuale è sempre il punto alla base di questo idioma? La traduzione corrente è  (ná) e  (gěi) dalla quale emerge subito un aspetto comune, la presenza in entrambi i caratteri dell'ideogramma semplice:  (hé), posto sopra nel primo caso e a destra nel secondo, che significa Unità, ma anche unire, corrispondere a. Questo è formato da tre radicali semplici posti l'uno sopra l'altro in sequenza: Uomo, Uno, Bocca, proprio per sottolineare questo senso di unità identificativa e corrispondente. Ora nel primo verbo viene messo sopra al pittogramma di Mano -  (shǒu), mentre nel secondo a destra di quello semplificato di Seta -  (sī). La scelta della posizione è data, credo, solo da ragioni estetiche di scrittura in quanto la costituzione di un carattere elegante che si possa circoscrivere in uno spazio tra il quadrato e il rettangolo di misura sempre uguale, è importante per poter ottenere una calligrafia dalle caratteristiche omogenee e anche con implicazioni artistiche. 

La spiegazione potrebbe essere la seguente. Nel primo verbo se tu prendi in mano qualche cosa, questo diventa parte del tuo essere e insieme a te definisce uno stato, una azione. Se prendi un cibo in mano, insieme assumi il concetto di mangiare, se prendi uno strumento di lavoro, quello di lavorare insomma. Nel secondo caso, posto che la seta veniva identificato come dono prezioso che si dava agli ospiti importanti, si sottolinea il concetto di dare qualche cosa. Insomma dare ha sempre una chiave di offerta consapevole e convinta, proprio nel momento in cui si porge il dono. Un po' contorto, ma abbastanza consequenziale, non vi sembra; in ogni caso, badate bene che questi ragionamenti sono molto utili proprio per ricordare la composizione dei vari caratteri. Una espressione in cui si usa il primo verbo, tanto per fare un esempio, unendolo a Potere politico (costituito dai due segni: Legno, Bastone e Mano) è 拿权 - ná quán, appunto Prendere il potere. Il secondo verbo, che si può anche utilizzare come preposizione A (vedete come in questa lingua conta il concetto insito nel segno senza troppe distinzioni tra sostantivi, verbi, aggettivi o preposizioni, il primo verbo infatti può essere anche usato come preposizione Con, Per mezzo di), Qualche uso curioso tanto per concludere il post: Unito a Bianco abbiamo 白给- bái gěi,  Concedere gratuitamente. 给小费-gěi xiǎo fèi, (lett.) Dare piccola spesa, significa Lasciare la mancia. E per adesso basta così.


Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

Nessun commento:

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!