lunedì 19 settembre 2016

Campi di mais

da Piccolaeraglaciale


Gli ultimi campi di mais stanno cadendo uno dopo l'altro, mangiati dalle bocche affamate di mietitrebbie giganti. Annata secca questa. Di sicuro nella polenta del prossimo anno ci saranno poche aflatossine cancerogene, addirittura si può rischiare di mangiare con una certa tranquillità quella cosiddetta biologica, salvo il danno sul portafoglio, ma tant'è la credulità si paga ed in fondo è giusto così. 

La Bayer si è comprata la Monsanto, così toccherà cambiare bersaglio ai vari sacerdoti della fuffa. Eh bei tempi quelli in cui sapevi riconoscere i nemici a colpo d'occhio, sporchi, brutti e cattivi com'erano. Adesso si sono sdoganati, anzi se ne fanno un vanto dell'ignoranza e della cattiveria, anzi, li votano pure. Piano piano il nazismo torna al potere. Poi tra cinquant'anni ci si chiederà, ma come poteva la gente non capire, non rendersi conto. Ma va bene così.



Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:




2 commenti:

Juhan van Juhan ha detto...

Qui da noi, dopo anni, si è irrigato, tanto. Altrimenti non viene.
Avrei una domanda, già fatta a un rappresentante di mangimi senza risposta: qui sta aumentando la coltivazione della soya ma i mangimi ontengono tutti quella OGM importata. La nostra che fine fa? Se è un segreto della Kasta e/o NWO cancella il commento, nèh!

Enrico Bo ha detto...

Perché comunque quella coltivata in Italia è solo una piccola parte di quella che serve nella mangimistica. La maggior parte la dobbiamo importare, Si sa le vacche mangiano tutti i giorni. Come del resto se non sbaglio circa il 40% del mais che serve in mangimistica. Per non parlar del frumento, tenero e duro.

Where I've been - Purtroppo ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 98 su 250!