martedì 5 maggio 2009

La gavetta delle Indie

Siccome sono al corrente che le migliaia (o sono decine di migliaia?) di lettori di questo blog sono in parte anche grandi viaggiatori, voglio fare assolutamente una marchetta di cui chi avrà la ventura di usufruire, mi ringrazierà pubblicamente. Si tratta tanto per cambiare di un ristorante (guardate che ho consigliato anche musei, quindi bando alle solite battute). Non è proprio dietro l'angolo, ma per chi avrà l'occasione di passare da Katmandu (Nepal) non perda l'occasione. Generalmente, il problema di questi posti è che i neofiti vogliono provare il colore locale e finiscono per passare gran parte della vacanza seduti sulla tazza, ma, attenzione, da queste parti, ci sono difficoltà anche a trovarla. L'altro problema è che se vuoi sfamarti in maniera decente, vieni giustamente spennato in quanto turista. Ecco allora la soluzione a Katmandu:
Ristorante Mammamia, gestito da un'amica italiana, pulitissimo, (verdura , cibi non cotti e uova vengono lavati e disinfettati, cosa non secondaria per non rovinarsi la vacanza). Sembra un ristorante di lusso, ma qui c'è la sorpresa, ha prezzi molto economici. Servono piatti di cucina italiana oppure indiana a scelta, questi ultimi ancora più economici, per fare un esempio ottime lasagne abbondantissime a 270 rupie (2,7 euro). Tanto per fare il Raspelli, antipasti con panzarotti e bruschette, pasta al forno anche vegetariana per chi ricerca il suo karma, ravioli ai funghi o spinaci o panir, tagliatelle e uno strepitoso cacciucco di ceci! Poi pollo al prosciutto o in salsa vellutata di spinaci. Dolci e pane fatto in casa in forno a legna (il migliore di Ktm), e per chi non ne sa fare a meno anche pizza. Solo ingredienti freschissimi e di ottima qualità, incluso olio d'oliva e non porcheria rifritta cento volte. Un angolo di cucina amica con sentori esotici. Se ci andate salutatemi la Niki, una simpaticissima italiana che ce la mette proprio tutta per fare funzionare questa questa avventura. Se non ci andate, ditelo ai vostri amici!
Mammamia
Tridevi Marg, all'inizio del quartiere turistico di Thamel
Telefono: 21 91 729
Mail : nikitesoroni@yahoo.it

2 commenti:

AdriRips aka Ginevra ha detto...

gnam

Stefano ha detto...

Dalla brevità del numero di telefono deduco che non ci sono tanti telefoni in Nepal...

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!