venerdì 3 luglio 2009

Una candelina.


E’ già passato un anno. All’inizio, vi dico la verità, non ci credevo. Che qualcuno si prendesse la briga di sprecare il suo tempo per venire a leggere, peggio ancora a commentare, le scemenze che mi vengono in mente al mattino, mi sembrava proprio una possibilità rara resa ancor più improbabile da quanto si sente e che ho più volte sottolineato, che ci sono molti più bloggers in giro che lettori. Siamo degli esibizionisti che vogliamo mostrare una faccia di noi, naturalmente quella che vogliamo presentare, chissà poi se è quella vera… Così spinto da pusher vari, 365 giorni fa è cominciata questa avventura di raccontini pescati dal passato, di riferimenti al quotidiano, di rinadi a culture lontane che mi interessano e che impongo agli altri. E’ cominciata con timidezza, ma la voglia di capire chi ti segue(è chiaramente esibizionismo) mi ha imposto subito di dotarmi di un sistema per capire quanti mi seguivano e così dopo 250 post, posso dire come inaspettatamente ho avuto oltre 7000 contatti da quasi 2000 differenti lettori da 65 paesi diversi. Certo molti ci saranno capitati per caso, fuggendo inorriditi o annoiati dopo la prima volta per non far più ritorni, ma molti mi hanno linkato più di 200 vote! Incredibile vero? E c’è di più nell’ultimo mese siamo passati ad una frequenza di oltre 100 contatti giornalieri, cosa che mi sembra assolutamente incredibile. Che più di 100 persone si siedano davanti a uno schermo e leggano tutti i giorni quello che dico, mi comincia a infondere un po’ di timore. Mi instilla un senso di responsabilità che un po’ mi inquieta, ma passa subito, non vi preoccupate e non mi impedirà certo di continuare a scrivere le mie scemenze. Per la verità i commenti sono pochi, da 0 a 5/6 per post, che mi impedisce di capire meglio i sentimenti di chi mi segue, ma tant’è non si può pretendere che qualcuno scriva se non sente il bisogno di dire qualcosa, di contestare o di aggiungere il suo punto di vista. Che invidia il blog di Bressanini con 5/600 commenti a post, gente che si accapiglia, ma certo lui espone fatti precisi non chiacchiere in libertà come me. Però la cosa che mi importa di più in questo momento, anche se sono presente solo col pensiero e non fisicamente è di ringraziarvi tutti per avermi seguito. Spero di continuare ad aver voglia di dire scemenze per lungo tempo. (E’ ovvio che è una captazio benevolentiae e che nella realtà sono convinto della missione di spargere il Verbo del Bo-pensiero sul mondo, per cui non vi libererete facilmente del vento dell’est.)

5 commenti:

Popinga ha detto...

Poesiola da recitare prima di spegnere la candelina:

In tempi di Gog e Magog
e di cultura low-cost
ci voleva il tuo blog
mi consolano i tuoi post.

Aggiungere ‘sto commento
tra i pochi che lo fanno
è il mio ringraziamento
e l’augurio di compleanno.

Anonimo ha detto...

Un compleanno e' sempre una festa ! Anche se la foto si riferisce a un altro bellissimo traguardo.
Hai fatto bene a ricordarlo.Noi lettori siamo un po' distratti. Che dire ? ..Cento di questi giorni ! !
Gianna

bacillus ha detto...

Anche se in ritardo, auguri al tuo blog anche da parte mia.
Complimenti per l'iniziativa. Sì, hai detto bene: ci sono più blog che lettori, ormai. Ma è anche vero che quelli che hanno qualcosa da dire non sono poi così tanti. Beh, mi pare proprio che tu ne abbia di cose da dire. Belle le tue esperienze, bello soprattutto lo spirito (aperto, senza pregiudizi) con il quale le vuoi trasmettere anche a noi. Complimenti (di nuovo) per la tua scrittura decisamente chiara e coinvolgente.
Quanto al blog del Dario, beh, lui è bravo a stimolare il dibattito, ma spesso si finisce anche nel cazzeggio... così è quando dopo diverso tempo si forma una certa comunità di aficionados.
A presto!

skakkina ha detto...

Ma va, non fare paragoni col blog di Bressanini! Quello è una blogstar! :D
Altro pianeta!
Ma quello dei poeti come te ha una luce più tenue, a volte certo impone il silenzio per poter meglio godere di certe atmosfere, ma è sempre un godimento.
Io il mio di blog non l'ho festeggiato: lo tratto proprio male, poverino!
Felice di aver potuto vedere la foto di un compleanni ben più importante. :)

enrico ha detto...

Grazie a tutti, le vostre parole mi fanno molto piacere (specialmente oggi che sono ritornato sano e salvo)

@Pop sei magico, non potevi farmi regalo più gradito
@Gianna grazie a te e a tutti i miel affazionati
@Bac Che bello! so che mi sei vicino anche grazie alla comunanza tra campi e vigne
@Ska certo molto più importante come ti renderai conto tu stessa.Tienici aggiornati

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!