domenica 29 agosto 2010

Gli amici se ne vanno.

Quando finisce la vacanza si è sempre un po’ tristi, che banalità. Gli amici che sono appena partiti, quelli che stai per lasciare e che per un po’ di tempo non rivedrai. Intanto la temperatura è diventata frizzante, pizzica sulla pelle, hai voglia di stare al sole; il verde sui fianchi della montagna comincia a mostrare qualche sintomo di sofferenza, poco, ma è il primo segnale che l’estate sta per morire. Che voglia di sdraiarsi ancora un po’ su una grande roccia a guardare le nuvole che corrono, mentre tira il vento da nord.

Anche il Chisone corre con un ritmo diverso, come se anche lui avesse voglia di chiudere casa e tornarsene a valle in fretta, di voltare pagina. Chissà com’è che quando te ne torni a casa hai la sensazione che la vacanza sia terminata, anche se in fondo io sono in vacanza tutto l’anno. Anche quest’anno i giorni se ne sono andati così in fretta che sono rimaste un sacco di cose non fatte, di programmi non mantenuti da rimandare al prossimo anno. Sempre troppo poco tempo a disposizione, è la maledizione del pensionato o forse è il ritmo che sta calando. Stasera l’ultima pizza con gli amici rimasti, poi toccherà pensare di fare un paio di settimane al mare.

Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

In un altro spazio.

Passione bruciante.

Pasta e fagioli

13 commenti:

FEROX ha detto...

Nei momenti di malinconia, pensa al tuo amico Ferox, che appena tornato in S.M.R. (Santa Madre Russia) deve affrontare un nuovo anno di duro lavoro, per poter pagare il mutuo fino alla fine dei suoi giorni... un abbraccio feroce
FEROX

cristiana ha detto...

A volte è bello rimandare,ci ricami sopra e ti organizzi,così riuscirà tutto bene.
Sfaccendato che non sei altro,pure il mare?
Cri

Luisa ha detto...

sgrunt... vedrai che al mare ti tornerà la meravigliosa sensazione di essere in vacanza: io non so nemmeno se le ho fatte a parte la settimana di Kung Fu (sveglia alle 4 compresa!)
Riposati!!!

enrico ha detto...

Grazie della comprensione carissimi, cercherò di resistere fino a dopodomani, poi faccio un bagno alla vostra salute.

Sandra Maccaferri ha detto...

Già, ma com'è che non si riesce mai a far tutto? Ma, per quanto mi riguarda, non per fretta, ansia, stress "dei-tempi-del-lavoro". No.
Adesso scelgo, rallento, rinvio, aspetto, faccio... VA BENE COSI', dai!

Angelo azzurro ha detto...

Capisco di che parli. Anche a me mette malinconia salutare posti e persone. Un altro capitolo della vita che si chiude e che si accumula ai ricordi.
Salutami il mare!

enrico ha detto...

@Sandra- lo so ma alcune cose che devo assoltamente fare , rimangono indietro, ohimé

@Angy - ma io faccio il malinconico solo per finta...

La Mente Persa ha detto...

L'estate è la mia stagione preferita: leggera e calda.

enrico ha detto...

@Mente - noi pensionati amiamo anche autunno , primavera e inverno in verità, sperando che duri!

il monticiano ha detto...

Non vorrei rattristare e rovinare il tuo post ma da trent'anni non faccio vacanze. Eppure quando arriva l'estate - non questa torrida che sta passando - ho nostalgia del mare.

enrico ha detto...

Aldo, la vacanza è una disposizione mentale

Fabio ha detto...

Lunedì dopo tre settimane felici di viaggio coi miei cari tornerò "al travaglio usato". Un caro saluto, Fabio

Anonimo ha detto...

Piovesse merda...
Dottordivago

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!