giovedì 13 novembre 2008

Ài


L’ elegante ideogramma “Ài” aiuta a capire la delicatezza del pensiero cinese. E’ costituito da quattro caratteri semplici : Unghie, Tetto, Cuore, Amicizia e significa Amore, includendo il concetto verbale di amare. Cioè: Costruire faticosamente qualcosa con il cuore insieme a qualcuno. Questo concetto che l’amore sia una costruzione difficile che si fa in due e proprio per questo così fondamentale per l’uomo, mi sembra una osservazione importante per capire che il pensiero cinese ha fondamenti antichi e non si esaurisce nel copiare magliette. Unito a “Ren” (persona) significa “Coniuge” quindi - La persona con cui, con fatica, si crea la stabilità attraverso i sentimenti, l’amicizia, il rispetto reciproco-. Il nostro modello di sviluppo ci sta abituando ad una aggressività assolutamente letale per il concetto di famiglia e credo in generale per il benessere soggettivo e infine collettivo. Credo che sia importante pensarci e meditarci a fondo; intanto vado a vedere se la mia Ai Ren mi ha preparato la colazione.

***

Mmmmmm....marocchino schiumoso con cacao e cucchiaiata di nutella! Questo è vero amore.

6 commenti:

laura ha detto...

esprimo qualche perplessità, del tutto femminile, sul vero amore cinese dove mi pare la donna abbia sempre sopportato il peso del tetto e dell'unghia e goduto poco dell'amicizia...

enrico ha detto...

Ma dai, non essere così negativa; guarda che oggi la Cina è uno dei paesi dove la donna ha più opportunità. nei posti di potere se non sono metà, non siamo tanto lontani. Comunque vuol dire che porterò giù l'immondizia, tanto per compensare.

nidia ha detto...

Che bello essere passata di qui, amo la Cina,我爱中国

enrico ha detto...

@Nidia -benvenuta , è un piacere averti qui, ogni tanto cerco di parlare di quelle parti, di cui ho molta nostalgia. Spero che ritornerai.

nidia ha detto...

Posso chiederti, Enrico,da dove viene il tuo interesse per la Cina? Sei un viaggiatore, un sinologo, laureato in cinese...? Io mi ci sono trovata quasi per caso nel grande paese di mezzo, ho vissuto a Pechino quattro anni

enrico ha detto...

@Nidia - Per il mio lavoro ci sono stato una trentina di volte in 15 anni, meno di un anno in totale, in generale mi piace molto viaggiare anche al di là del lavoro, come avrai visto se hai dato un'occhiata , il cinese purtroppo non lo so, ho solo alcune conoscenze di base e soprattutto la scrittura mi affascina. L'oriente e la sua cultura in generale mi ha sempre acchiappato molto. Ho ancora diversi amici laggiù.

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!