mercoledì 20 ottobre 2010

Cè suǒ.


Torniamo ad esaminare una parola formata da due caratteri e di uso comune in Cina. Leggete con attenzione il post perché vi sarà utilissimo quando vi troverete da soli in una qualunque parte della Cina in condizioni di averne bisogno. Dunque partiamo dall'ideogramma di destra Suǒ - 所 (come avrete ormai capito si comincia sempre dalla parte finale che è quella più importante per definire il senso della frase o della parola come in latino), che è molto comune e si trova in moltissime parole complesse. E' formato da due ideogrammi semplici; quello di destra è la stilizzazione di una scure, mentre l'altro significa Porta, Stipite come si immagina vedendo il segno di quella che potrebbe essere una piccola cerniera fissata alla ciambrana. Quindi definisce una zona specifica: quella davanti alla porta dove si spacca la legna per l'inverno ed ha assunto il significato generico di Luogo, Posto, Edificio. Ma è l'ideogramma di sinistra quello assolutamente più divertente e geniale: Cè - 厕.


E' infatti composto da tre parti. Quella esterna fatta da due linee grossolanamente disposte ad angolo retto che raffigurano l'idea di una sommità, con una sporgenza da cui ci si sporge nel vuoto sopra un abisso; al disotto di questa, abbiamo un gigantesco occhio su un collo teso e al fianco la stilizzazione di una lama. Dunque ci siete arrivati? Mettiamo tutto assieme. Un luogo dove da una posizione che si sporge su un buco di cui non si scorge il fondo, si sta con l'occhio sbarrato dallo sforzo mentre una lama (forse di dolore) ti trafigge. Ma benedetta gente è il Luogo del Bisogno. Più prosaicamente il Gabinetto. Qualcuno interpreta l'occhio sbarrato (che mi pare assolutamente più pittografico e pregnante), come una conchiglia, la prima forma di moneta, non il bidet, sconosciuto da quelle parti, in quanto alcuni di questi luoghi potevano essere a pagamento, ma mi pare una spiegazione più tirata per i capelli. La cosa ancora più curiosa è la sua pronuncia, appunto Cèsuo quasi identica a Cesso, cosa che vi aiuterà a ricordare il termine al momento appunto del bisogno. E non ditemi che questo non è un blog di servizio.



Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

11 commenti:

Francy274 ha detto...

eheheheh.. tutto stò casino per scrivere cesso? Ed io che credevo che gli italiani fossimo gli unici a essere complicati con le insegne :DDD

enrico ha detto...

E' un popolo complicato e geniale al tempo stesso, pura poesia (se non rompi troppo le scatole).

@enio ha detto...

adoro i napoletani che si fanno capire solo con i gesti...

Kaishe ha detto...

Salve, Enrico...
Son passata a curiosare... ma dovrò darmi un po' di tempo per leggere qua e là e cominciare a conoscerti.
Intanto grazie della visita e ben trovato!

bruna ha detto...

Grazie per l'informazione, è poco probabile che vada in Cina, però può sempre servire anche in Italia (siamo assidui frequentatori di ristoranti cinesi).

FEROX ha detto...

Bravo! Ottimo post, e il "ce suo" e' ancora una volta una somiglianza curiosa e intrigante, che avvicina il popolo italiano e quello cinese (nel momento del bisogno....) e che come sai ricalca altre parole di uso comune del dialetto piemontese, che secondo me derivano invece dal russo... tu sai bene a cosa mi riferisco (non tutte quelle parole sono "innocenti", e quindi pronunciabili in luoghi eleganti e perbene come questo tuo magnifico blog....
FEROX

Alive2 ha detto...

Andai in Cina con mio padre ma ero troppo piccolo per apprezzare una cultura che esprime molto più di ciò che sembra, tra Cielo e Terra. Forse perchè qualcuno avrà fatto indigestione di baozi di carne....
ALby e grazie

Angelo azzurro ha detto...

E che servizio! Questo blog, comunque è molto, molto di più! :O)
Ciao Enrì!

enrico ha detto...

@ Francy-Meglio comunque imparare anche i simboli di maschio e femmina, ti rimando all'apposito post; tieni conto che fuori dalle zone turistiche le latrine sono comunitarie, senza divisori insomma, quindi meglio non sbagliare porta

@enio- anche i cinesi gesticolano parecchio e non è solo kung fu

@Kaishe - benvenuta grazie dlela visita , anche a me piacciono le cose che scrivi.

@ Bruna - Le lingue son sempre utili e poi fanno simpatia.

@ Ferox - Grazie maestro , detto da te è un gran complimento

@ Alive - Sarà la maledizione di Montezuma, i Bao zi poi mi sono sempre indigesti.

@ Angy - Ovviamente servizio in tutti i sensi.

ParkaDude ha detto...

Grazie Enrico! Mi servirà sicuramente nel freddo inverno Pechinese :)

enrico ha detto...

Ricordati anche Nu e nan (maschio e femmina), fondamentali quando vai al Ce suo.

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!