venerdì 2 dicembre 2011

Recensione: M. Perniola, Berlusconi o il '68 realizzato


minima-volti-9-perniola.jpgOggi volevo segnalarvi, grazie ad Angy , una mia compagna di scuola, questo interessante volume, una delle ultime fatiche di Mario Perniola, filosofo italiano. Un punto di vista da esaminare con curiosità.


Mario Perniola, Berlusconi o il '68 realizzato, Isbn 9788857507484, pp. 48, Euro 3,90


Berlusconi ha realizzato gli ideali del Sessantotto. Questo libro non parte da una provocazione, ma da un’attenta analisi senza paura di scandalizzare. Come solo un grande filosofo può fare, Mario Perniola mostra in Berlusconi tutti gli obiettivi da cui il Sessantotto fu pervaso: fine del lavoro e della famiglia, distruzione dell’università, deregolamentazione della sessualità, discredito della competenze mediche, ostilità nei confronti delle istituzioni giudiziarie, vitalismo giovanilistico, trionfo della comunicazione massmediatica e oblio della storia. Ed ecco che tutto ciò con Berlusconi è ormai diventato realtà.

Mario Perniola è professore ordinario di Estetica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma Tor Vergata. Autore di numerose opere filosofiche, è intellettuale di grande fama, chiamato ad esprimersi sui grandi temi del nostro tempo. Tra le numerose pubblicazioni: La società dei simulacri, Transiti, Del sentire, Contro la comunicazione, Miracoli e traumi della comunicazione. Per Mimesis è direttore della rivista Agalma.


Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:


3 commenti:

il monticiano ha detto...

Ecco spiegato perché il berlufolle ha combinato tutto quel patatrac ed è sceso in campo nel 1994.

Anonimo ha detto...

Però il '68 era anche pervaso da ideali positivi,che sono andati a
pallino. Non vedo la realizzazione anche minima di uno di questi da
parte dell'Innominabile. Il succitato ha mescolato nel torbido ed ha
realizzato nel modo peggiore possibile quello che affiorava di negativo
finalizzandolo ai proprii interessi,ahimè!:'(

A presto

Paola

P.S. Sei ancora sulla rama a sognare o la fame ha avuto il
sopravvento? Lo so che sono perfida ma penso di essere stata una una
strega nella mia vita precedente.

enrico ha detto...

@Monty- tutto logico e consequenziale.

@Paola/strega - per ora lo hanno accantonato, se non torna....
Altro che su una rama sono in piena fibrillazione...

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!