giovedì 12 maggio 2011

Nebbie a Milano.

Certe notizie sono difficili da commentare, anche perché è troppo facile lasciarsi trasportare dalla propria passione o dalle proprie idee, cosa che agisce sempre in modo deleterio sulla asetticità del giudizio. Così la topica di ieri della Moratti andrebbe analizzata con attenzione per cercare di interpretarla correttamente. E' vero, gli errori sono possibili, ma in generale, chi si occupa di queste cose, oggi più di ieri è un professionista e pensare che le cose vengano fatte alla carlona non è molto probabile. In queste campagne, che significano potere, denaro e influenza che dura anni, ogni parola viene valutata, soppesata e calcolata con estrema attenzione. Si possono sbagliare calcoli e interpretazioni delle conseguenze ma è difficile che si facciano errori per mancanza di informazioni o di dati. Io credo che questa cosa sia stata ben valutata e calcolatamente voluta. I sensi sono diversi, intanto il ben noto effetto "calunniate, calunniate, qualche cosa rimarrà" e in secondo luogo anche una calunnia scoperta che però identifichi l'avversario comunque come un pericoloso estremista di sinistra è utile a prendere voti in quell'area moderata che nei casi incerti ti fa vincere le elezioni. Probabilmente a bocce ferme, la pur legittima e democratica scelta di Pisapia, ottima in caso di sconfitta certa del centro sinistra, si rivelerà cattiva, oggi che inaspettatamente, a causa di tutta la serie di autogol della destra, vincere poteva anche non essere impossibile. Lo diventa con un candidato che nessun centrista titubante voterà mai. Tuttavia una certa paura aleggia in casa pidiellina e le strategie messe in atto per raccogliere i voti in bilico, a mio parere non sono affatto così sbagliate. 

In vicinanza delle urne, le contraddizioni e le differenze di idee  all'interno di una coalizione devono correttamente essere enfatizzate, così da convincere strati diversi dell'elettorato, anche opposti tra di loro che faticherebbero a riconoscersi in un pensiero unico. Così, oltre ai classici voti del fedelissimi, si imbarca, pur facendo finta di condannarlo chi sostiene la tesi delle BR in procura che incamererà i voti, e saranno molti, del partito di Berlusvittima, mentre la sparata Morattiana contribuirà a convincere i moderati che comunque Pisapia proviene da un'ala estremista, che si taglieranno la mano pur di non votare un Comunista con la C maiuscola per di più presentato come radical chic e inviso anche ai ceti modesti in cui mira a fare il pieno la Lega che, a sua volta, si smarca pesantemente da Berlu per accalappiare anche una frangia che non ne può più del personaggio e terrorizzata dagli extracom e dagli zingarotti. Quindi una corretta strategia per pescar voti in tutte le saccocce, anche quelle che a tutta prima parrebbero in contrasto. I giudizi morali ovviamente sono diversi e sentire un'accusa di furto tarocca dalla mamma del ristrutturatore Batman, fa morir dal ridere, ma questi non sono tempi in cui si devono fare queste considerazioni. Vincono le elezioni questi personaggi che sono i principali responsabili del degrado e del declinare progressivo forse irrimediabile del nostro paese, perché è la maggioranza del paese stesso ad essere responsabile del disastro allo stesso modo e forse ancor di più. Il governo di  un paese lo rappresenta quasi sempre e se la maggioranza degli italiani ha sdoganato la corruzione, la furbizia, l'egoismo, la xenofobia, e vede come un merito evadere, eludere, rubare e non  solo non se ne vergogna, ma si offende se qualcuno lo fa notare, ragazzi è la democrazia e non bisogna lamentarsene più di tanto. Solo prenderne atto.


Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

10 commenti:

trillina ha detto...

Condivido quello che hai scritto, soprattutto là dove dici:"perché è la maggioranza del paese stesso ad essere responsabile del disastro...". Purtroppo!

Ambra ha detto...

Purtroppo temo che questa maggioranza continuerà a lungo. Del resto quand'ero piccola e ne combinavo qualcuna mia madre mi diceva "Chi è causa del suo mal, pianga se stesso" che è un po' quello che dici anche tu.

Alberto ha detto...

"ragazzi è la democrazia" alla frutta, aggiungo io.

AdriRips aka Ginevra ha detto...

sospiro... spero tu abbia almeno un po' torto.... ad ogni modo il mio voto comunista (ahahaha) vado a darlo

enrico ha detto...

Scusate, ma la manutenzione che blogger ha fatto oggi tutto il giorno a prima eliminato questo post , poi lo ha fatto ricomparire (temevo già il gomblotto santanchesco, ma ha eliminato i vari commenti, Cercherò di recuperarli nei prossimi giorni.

Adriano Maini ha detto...

E speriamo che Blogger abbia smesso di fare i ... capricci!

Anonimo ha detto...

Recupero da Alberto:
"ragazzi è la democrazia" alla frutta, aggiungo io.

Anonimo ha detto...

Recupero da Ambradel :

Purtroppo temo che questa maggioranza continuerà a lungo. Del resto quand'ero piccola e ne combinavo qualcuna mia madre mi diceva "Chi è causa del suo mal, pianga se stesso" che è un po' quello che dici anche tu.

Anonimo ha detto...

recupero da Trillina
Condivido quello che hai scritto, soprattutto là dove dici:"perché è la maggioranza del paese stesso ad essere responsabile del disastro...". Purtroppo!

enrico ha detto...

@AdriR - Sì Sì intanto lavati al mattino

@Adr - Sembra che funga adesso

@Alberto - E' la ruota cosmica che gira, ma siamo alla fine del kaliyuga

@Ambrade - è l'italiano medio che è più berlusconizzato di berlusconi

@Trilli - Resistere , resistere

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!