mercoledì 3 maggio 2017

La Garzaia di Valenza

dal web - La garzaia - Italian Botanical Heritage
Oggi mi sento di iniziare la giornata con una bella banalità. E' necessario andare dall'altra parte del mondo per vivere esperienze straordinarie per venire a contatto con bellezze uniche o la vera wilderness? Diciamo pure di no. Banale ma sempre verissimo. In effetti basta andare dietro casa e puoi trovare luoghi e punti di interesse unici ed imperdibili. Per me ieri è stato il caso di una visita alla Garzaia di Valenza, una zona umida fluviale di 39 ha, fantastica riserva naturale, parte del grande sistema dei parchi del Po, della quale da anni rinviavo la visita perché tanto è appena dietro casa e ci posso andare quando voglio. Grazie all'invito dell'amico Folco Perrone ed all'organizzazione della sezione Rotary di Valenza, mi sono finalmente deciso a vedere questo luogo davvero meritevole di essere citato. Purtroppo devo premettere che, tanto per cambiare, forse per punirmi del mio ritardo nell'approfittare di questo luogo a due passi da casa, il tempo maligno ci ha messo lo zampino, rendendo impossibile una visita completa che avrebbe compreso una passeggiata minima di un'oretta all'interno della zona umida, una serie di stagni placidi che arrivano quasi alla strada, ma questa opzione me la sono riservata per la prossima volta. 



Ci siamo quindi limitati all'osservazione della zona da uno dei capanni predisposti alla bisogna dal quale erano ben visibili alcune delle specie di volatili presenti nel parco, come la Sgarza ciuffetto (Ardeola ralloides) e la Gallinella d'acqua (Gallinula chloropus) e dei locali della cascina Belvedere, uno dei punti storici da cui si accede ai servizi della riserva naturale, in cui è raccolta una collezione storica con esemplari preparati 200 anni fa, che illustra tutte le specie presenti, oltre al bel filmato che racconta la bellezza di questo ambiente naturale ed ai vari materiali didattici dei quali usufruiscono le molte scolaresche che vengono durante l'anno a toccare con mano. Come recita il depliant fornito all'ingresso, la Garzaia di Valenza è una lanca antica sulla riva del Po, contornata da canneti, salici e boschi di ontani, che ospita innumerevoli specie stanziali e migratorie tra le quali il più raro è l'airone rosso, emblema della riserva, che si inserisce nel più vasto sistema del parco fluviale del Po e dell'Orba. Questo post vuole essere quindi davvero un invito per tutti alla visita, anche per poter usufrire degli interessanti e circostanziati racconti della responsabile Dr. Carmela Caiazzo e del Sig. Carlo Carbonero che ci hanno assistito ed hanno guidato la nostra esperienza, con la loro passione per questi luoghi. Per una descrizione più dettagliata e per organizzare una visita, vi rimando al sito, ricordandovi che le visite e le attività partono dalla Cascina Belvedere -SS 494, Km 70 (Frascarolo - PV) - Tel. 0131.927555



Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:



Nessun commento:

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!