domenica 17 giugno 2018

Moldova 18 - 50 motivi + 1 per andare in Moldova

Cimitero di campagna


A conclusione del giro di sensazioni che spero di essere riuscito a trasmettervi sulla Moldova, stimolandovi al viaggio (e stavolta è davvero il capitolo definitivo, poi passeremo ad altre terre), vorrei fare un piccolo elenco di cose imperdibili di quel paese o che se la volete mettere giù in altro modo, valgono la pena di mettersi ad organizzare una scappata da quelle parti, per scoprire un paese sottostimato e sicuramente poco conosciuto che, al contrario, a mio parere darà soddisfazione investigare un poco più a fondo.


  • Prendersi il piacere di scovare i punti di interesse per la visita di un paese turisticamente poco conosciuto
  • Toccare con mano le storie di chi si muove per il mondo per poter fare sopravvivere la propria famiglia
  • Abituarsi alla filosofia degli spostamenti low cost, che potrebbe diventare sempre di più la norma
  • Conoscere meglio la realtà abitativa di Chisinau, stando in appartamento e non in hotel
  • Misurarsi a piedi e in macchina con la realtà della capitale
  • Uscire dalla città e capire perché questo è il paese delle verdi colline
  • Toccare la terra nera e apprezzarne la fertilità
  • Camminare tra le vecchie case di un paesino qualunque
  • Stare tra le tombe di un cimitero di campagna e sedersi alle tavole del pranzo dei morti
  • Guardare dall'alto di una collina, le anse di n fiume
  • Percorrere sentieri nei campi tra resti di moschee, bagni turchi e necropoli antiche
  • Aggirarsi tra antichi reperti e monete di tempi passati in un piccolo museo
  • Vedere gli interni di una casa tradizionale con tutti gli arredi di un tempo
  • Arrampicarsi su ripidi scalini per visitare monasteri scavati nella roccia
  • Comprare una candela sottile dall'unico monaco rimasto
  • Girare attorno alla croce di pietra della chiesa dell'Ascensione guardando il paesaggio
  • Mangiare deliziose braciole di maiale sul bordo di un laghetto
  • Girare in trenino per le gallerie di Cricova e stupirsi per la collezione di vini
  • Partecipare ad una sessione di wine testing e discutere di vino con americani, asiatici e tedeschi
  • Vedere di soppiatto il deposito segreto dei preziosi vini presidenziali e le sale riservate
  • Andarsi a mangiare un gelato italiano tra pensionati transfughi
  • Andare in Transnistria a stupirsi delle sue particolarità, attraversando la frontiera di un paese che non esiste
  • Collezionarne il visto e le sue monete di plastica
  • Emozionarsi per questo salto indietro di trenta anni ritornando nella realtà sovietica
  • Scoprire le ambasciate di paesi come Abkazia e Ossezia del nord
  • Trovare la statua del generale Potionkin
  • Visitare la fortezza di Bender e guardare il Nistru dalle suemura
  • Aggirarsi tra le rovine delle fabbriche sovietiche abbandonate
  • Bere un bicchiere di kvas davanti al mercato colcosiano per una botta di nostalgia
  • Passeggiare nelle vie e nei parchi di Tiraspol tra statue di Lenin, altari della patria e carri armati monumenti alla liberazione
  • Gustare bicchierini di divin, meglio se molto invecchiato, uno dei migliori brandy del mondo
  • Prendere il sole sulle spiagge cittadine del Nistru
  • Visitare le chiese solitarie del monastero di Chițcani e il suo campanile, il più alto della Moldavia
  • Fermarsi a parlare con le contadine in paesi senza nome vicino ai pozzi dipinti
  • Arrivare al Nistru tra campi di girasole, vigne e lavanda
  • Scendere la falesia per andare a trovare i monaci di un monastero rupestre, guardando la Transnistria al di là del fiume
  • Pranzare in un agriturismo sul fiume assaggiando la mamalyga
  • Provare distillati di frutta e vini fatti in casa
  • Visitare il monastero degli uccelli bagnandosi alla fonte sacra
  • Fare un giro nel bosco alla ricerca di cascatelle e sentieri segreti
  • Bersi una birra alla spina Chisinau 
  • Guardare il ponte che traversa il Nistru ed i palazzi colorati della periferia di Ribnita sull'altra sponda
  • Godersi una festa in piazza con bambini che cantano sul palco alternati ai politici che fanno l'ultimo comizio elettorale
  • Passeggiare per i viali ed i parchi della capitale ammirando monumenti e vecchi palazzi
  • Vedere gli oggetti di devozione, le icone e di reliquiari della cattedrale
  • Percorrere il viale dei letterati e guardare il centro della città dal punto di vista di Stefan cel Mare
  • Andare all'interno dell'Hotel Chisinau ed alla stazione per trovare vecchie sensazioni sovietiche
  • Fare un giro per la città in filobus
  • Cercare in giro per la città le opere del grande architetto Alessandro Bernardazzi
  • Visitare il bellissimo Monastirea Ciuflea con le reliquie di San Nicola
  • Ammirare le spose in coda per celebrare il matrimonio nella chiesetta di legno in un bellissimo parco
ed infine

  • Salutare l'amico Alfredo che ti ha fatto conoscere ed apprezzare questo paese
Io ho detto tutto. Se vi interessa una vacanza un poco fuori dagli schemi mandategli una mail o un colpo di whasapp e organizzatevi un giro da quelle parti. Io direi che ne vale la pena.

Il Nistru




Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

Nessun commento:

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 108 (a seconda dei calcoli) su 250!