domenica 6 marzo 2011

Sport invernali.

Dopo un week end sulle montagne olimpiche, direi che ci sta un haiku dedicato, dopo un rientro non troppo penoso.

Sport invernali.

Sensi nevosi.
Se si sa, sì, si scia
su a Sestrière.


non prendetevela, a domani.




Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

Grigio nebbia.
Sole ghiacciato.

6 commenti:

nina ha detto...

Mi incuriosisce il tuo sapere
mi induce a scoprire di più
ora so che cos'è un haiku

(ciao Enrico)

Non so se l'ho azzeccata,
non me la piglierò se sbaglio
non sarà un gran travaglio


(à bientot Nina)

nina ha detto...

P. S.
Da come ti diverti con le parole mi viene da chiederti se sei appassionato di enigmistica.
Io lo sono (apprendista di un mio nipote stregone francese con il quale concorro alla soluzione di un enigma settimanale):
zeppe palindromi incastri ed anagrammi
mi faran giocare
fino a cento anni

enrico ha detto...

@nina- Grazie sei deliziosa. Per la verità l'haiku è un po' più pretenzioso quanto a regole e non si adatta benissimo alle nostre lingue. La metrica obbligata è costituita da tre versi di 5-7-5 sillabe, inoltre nell'haiku classico sarebbe d'obbligo anche l'inserimento di un concetto, una parola che richiamasse una delle 4 stagioni. La lingua giapponese con concetti espressi anche da semplici sillabe aiuta ad allargarne la potenzialità. Ma negli haiku occidentali si tende a sfuggire a queste regole ferree, anche per avere un po' più di espressività disponibile. Ovviamente essendo tuttologo seguo anche l'enigmistica. Approfitta se vuoi di questo spazio per proporre qualche enigma.

Je t'attend!

Popinga ha detto...

L'abbondanza di S rende bene l'idea della sciata. Bravo!

enrico ha detto...

@Pop - L'idea era proprio questa, anche se mi viene rimproverato di non sciare più da 5 o sei anni.

nina ha detto...

Ok Enrico, ci riproverò
Nina

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!