mercoledì 13 luglio 2011

Azzurro pillola.

Illustrazione da: Storia dell'amore in Cina - S.E.A.


Oggi, tanto per lasciare argomenti pesanti e ansiogeni, vi voglio raccontare la storia di Rondine che vola, una famosa escort cinese del 1° secolo dopo Cristo. Era espertissima nella sua arte ed il suo straordinario successo che la fece diventare la favorita dell'imperatore, era dovuto soprattutto al fatto che faceva il suo lavoro per passione più che per necessità ed è risaputo che se uno si diverte, il lavorare non gli pesa ed i risultati sono i migliori. Oltre a questo la natura l'aveva dotata di tale bellezza che si diceva che, tanto per capirci, la sua pelle fosse così vellutata che l'acqua non vi si poteva fermare quando usciva dal bagno, splendida e profumata dagli eteri delle mille lavande. L'imperatore, che le aveva cambiato nome in : Mio paese delle voluttà, non poteva più farne a meno e alle feste che organizzava quasi ogni sera, dopo i faticosi impegni di governo nel suo grazioso palazzo della capitale, oltre all'orchestra composta di una ventina di fanciulle che suonavano i tradizionali strumenti rigososamente nude, la presenza di Rondine era ormai obbligatoria.

Purtroppo l'imperatore perse, in seguito ad una grave malattia, la sua potenza virile e poiché Rondine pretendeva di essere comunque soddisfatta da arcieri e servi, non disdegnando neppure gli eunuchi (che poi non sempre erano tali), l'imperatore si rivolse al medico di corte che prescrisse la miracolosa "gomma da usare con mille precauzioni" il cui bugiardino recitava nella posologia che potesse essere somministrata soltanto una pillola alla volta. Ma si sà come sono le donne, quella sera Rondine insoddisfatta rifilò al sovrano sette pillole una dietro l'altra ed ebbe finalmente il suo piacere, ma all'alba l'imperatore, stremato, morì. Beh anche laggiù, i magistrati non stavano a smacchiare leopardi e la poverina fu condotta subito al processo (che tra l'altro aveva un solo grado di giudizio, innocente o supplizio delle mille morti). La difesa fu la stessa utilizzata dalla collega greca Frine a testimonianza che certi topoi valgono sotto tutti i cieli. Lasciate cadere le vesti (tranne le calzine che celavano i piedini minuscoli che nessuno aveva mai potuto vedere, vi parlerò qualche volta di questo aspetto dell'immaginario erotico cinese) chiese ai giudici se qualcuno, per fare con lei il gioco delle nuvole e della pioggia, dovesse aver bisogno della gomma da usare con mille precauzioni. Standing ovation senza necessità di consultazione e immediato giudizio di innocenza. Condanna al supplizio invece per le dame di corti, infami accusatrici, per essere streghe vecchie ed invidiose. Gli annali riportano che all'imperatore succedette per un certo periodo un governo tecnico presieduto dal mandarino Shan, in attesa che il nuovo imperatore giungesse alla maggiore età; governo che, tra l'altro, risolse i molti problemi economici che angustiavano l'impero.


Refoli spiranti da:  C. Leed - Storia dell'amore in Cina - SEA -1966

Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

4 commenti:

Sandra M. ha detto...

Spassosissimo! Sei un vero artista.

maaleeesh ha detto...

uhm... il finale mi ha fatto riflettere molto... propongo una rondine per il nostro premier e magari il suo successore fa come il successore del governatore (troppo cattiva? vuoi togliere il commento?)...

enrico ha detto...

@Sandra - esagerata, mi piace solo raccontare.

@Maal - chi sa, anche se si dice che la storia si ripete è difficile fare queste previsioni. poi oggi si è molto più controllati...

Adriano Maini ha detto...

Ed io continuo ad essere affascinato dall'antica storia cinese, di cui tu anche questa volta con consueti competenza e stile hai effigiato interessanti pagine inedite. E che si prestano, guarda caso, a ironici confronti con il presente.
P.S.
Ma il codice di accesso non lo togli?

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!