venerdì 20 novembre 2009

Fermatemi, voglio scendere!

Cari amici, a volte le cose incredibili accadono. E' passato più o meno di un anno e mezzo da quando Adri mi ha trascinato in questa avventura e devo riconoscere che la cosa mi ha preso un po' la mano. Oltre 350 post, brodo e miele che si allungano sempre di più, contatti più disparati, nuovi amici, anche se solo virtuali, ma accanto anche a quelli reali. Lo so, non riesco ad essere stringato, serio, efficace, mi piace raccontare la favola del lupo e ricamarci sopra. Qualcuno mi dice che lo apprezza anche, così non riesco a smettere o a moderarmi. La bramosia di aumentare il numero dei lettori, mi costringe addirittura a rompere le scatole per richiamare l'attenzione. Ho capito che qualcuno si è anche irritato, ma non osa dirmelo, essendo amico. Va bene, mi modererò, settimanalizzando la newletter dedicata che adesso era quasi giornaliera. Ma come si fa a resistere! Eh sì, perchè è successa una cosa che ancora stento a credere, come penso voi. Questo blog campagnolo, è stato addirittura recensito; sì, avete capito bene, una recensione in piena regola, come le cose serie, da Annarita su Web 2.0 and something else, che vi invito ad andare a vedere (eheheheheh) anche perchè è pieno di interessantissimi punti di vista e consigli vari sul mondo del Web. Poi quando le cose cominciano a precipitare, il gorgo ti assorbe inarrestabile e da lì voglio mostrarvi dove siamo arrivati. Date allora un'occhiata al filmato che allego qui sotto, ben comprensibile anche se non avete una perfetta conoscenza del francese e ditemi qualcosa. Fermatemi vi prego!

7 commenti:

Bruno ha detto...

penso sia il problema di ognuno di noi.... inoltre, per me, è ancora peggio la dipendenza di diffusione in quanto mi piacerebbe che la musica del mio gruppo arrivi in piu' posti possibile.....
ti ho conosciuto grazie alla recensione di annarita :-)

Angelo azzurro ha detto...

Il video è simpaticissimo ( giudico le immagini perchè non so il francese. Mia figlia mi ha comunque suggerito qualcosa)
Anch'io ti ho conosciuto tramite Annarita e sono contenta di passare da queste parti
Ciao

sirio ha detto...

Da quando ho aperto il blog Annarita è di casa...e ogni volta che passo da lei è un susseguirsi di novità interessantissime!

Buona fine settimana, un caro saluto.

Annarita ha detto...

Molto carino e spiritoso il video. Hai saputo sintetizzare il rischio che il web può far correre.

E' comprensibile il desiderio di voler accrescere il numero di lettori, e di raggiungere un'utenza sempre più vasta, ma occorre anche trovare un equilibrio...e non lasciarsi prendere la mano.

Il web é infatti un prodotto dell'uomo e come tale ripropone gli elementi della sua "umanità", rendendoli "risonanti" grazie alla velocità di diffusione dell'informazione e della facilità di raggiungimento di una utenza, che può essere vasta.

Tutto ciò è affascinante, ma non esente da qualche rischio.
Ancora complimenti per la tua attività di blogging!

Saluto i miei amici: Bruno, Angelo Azzurro e Sirio.

Buon web e lungo web a tutti.
annarita:)

astrofiammante ha detto...

simpaticissimo, ma liberi dalla blogdipendenza....se il blog mi trattenesse dal fare altro comincerei a preoccuparmi ;-)

enrico ha detto...

Beh avrete capito che volevo solo dimostrare come anche il web possa dare alla testa, però, tutto sommato.....
Il blogger è comunque un po' vanitoso ed esibizionista, bisogna avere pazienza

Comunque grazie ad annarita che ha avuto la bontà di sponsorizzarmi presso i suoi tanti amici ed estimatori.

Antonio ha detto...

enrico, continua amandarmi le email.
é sempre un bel momento nella mia giornata!!
Non fermarti, e telo dice un amico

Antonio

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!