martedì 8 luglio 2008

I cerchi nel grano


Dunque, d'estate, quando non ci sono notizie da pubblicare (sui vari lodi ormai siamo arrivati alla critica stilistica e artistica, quindi più di 4 pagine al giorno non si può), viene fuori anche sui quotidiani qualche notizia sui crop circles. Un altro motivo è che il grano c'è solo d'estate, quindi....

Il mio amico Gianni a Mosca, che di UFO se ne intende, di dubbi ne ha pochi; altro che buontemponi in vena di risate, qui l'affare si fa serio e anche se i tecnici si sforzano di dimostrare che tutto si può fare facilmente con qualche assicella, corde e qualche pila (si opera ovviamente all'ora dei vampiri), lui cerca di convincermi che non tutto si può spiegare così facilmente. Certo i disegni sono molto belli, e questo, piuttosto recente e mostrato con molti altri in http://www.cropcircleconnector.com/2008/2008.html è piuttosto intrigante anche per la numerologia che occulta.

Va beh diciamo che se sono amici di ET vogliono dimostrare che ne sanno di matematica e che magari non riescono a capire come mai per azzerare un processo bisogna annullarne 100.000! Pirandello lo aveva previsto?

12 commenti:

AdriRips aka Ginevra ha detto...

Intanto trovo bellissimo che ci sia qualcuno che passa il suo tempo a fare i cerchi. Probabilmente sono le stesse persone che poi li scoprono e li pubblicano sui siti... ma chiunque siano, a mio avviso vanno ringraziate perché adempiono ad un preciso dovere, sociale ed esistenziale: tenere sveglia la nostra voglia di meravigliarci e fare congetture contorte!

enrico ha detto...

Ma a proposito di congetture hai visto il numero che sta nel cerchio?

AdriRips aka Ginevra ha detto...

... no :(

enrico ha detto...

Guarda bene , se vuoi un aiutino, pensa che comunque è sempre un cerchio....

AdriRips aka Ginevra ha detto...

0? 8? 9? 6?
Ho finito i cerchi. Sono negata.

enrico ha detto...

mmmm. santa polenta, speravo che ti rispondesse il mio amico Gianni, ma ho saputo che è da una settimana a Biskek enon collegato, a parte che non credo leggerà mai i miei post (per dimostrare la mia teoria (di uno scrittore -0/1 lettori, bontà tua). Comunque se osservi con attenzione partendo dal centro e considerando la circonferenza costituita da 10 settori(come le cifre) si comincia con 3 settori poi c'è un puntino, e man mamo che scatta in fuori un gradino c'è 1 settore, poi 4, poi 1 , 5 ecc. fino a comporre 3.14159265358 il nostro vecchio amico PI greco. Una bella voglia è i nostri buontemponi!

Anonimo ha detto...

Per la precisione Dr Bo, di lettori ne hai ben due, ci sono anche io!! Anche se per ora non sono intervenuta, sappi che leggo sempre con molta attenzione e molto piacere...

Ezio ha detto...

Beh, a conforto di Enrico, con il sottoscritto, arriviamo a 3 lettori... Io onestamente ho sempre guardato con rispettoso distacco o forse sospetto, i "cerchi nel grano". Di questi tempi osservavo preoccupato i "vuoti" lasciati nei campi di grano dovuti a temporali e trombe d'aria. Mi riservo d'intervenire su argomenti per me meno sconosciuti, o per domande pertinenti. Ezio

AdriRips aka Ginevra ha detto...

... enrico, se ti dico che manco adesso che me lo hai spiegato lo vedo? All'asilo (che ho frequentato fino alla rispettabile età di 7 anni perche' per traslochi fra Paesi vari i miei non riuscivano ad iscrivermi ad una scuola che fosse una ;) c'erano due suore che mi bacchettavano in testa (e non parlo per metafora): quella che ci insegnava i lavori femminili e quella doveva ficcarci in testa i rudimenti di aritmetica. Sante donne, non posso che dare ragione ad entrambe: ho mantenuto tutte le premesse :D

Gianni da Mosca ha detto...

Sono Gianni da Mosca. Ho promesso al mio amico Enrico che sarei intervenuto. Lo faccio volentieri. Non in veste di "Ufologo" o di "Specialista di Cerchi nel Grano", perche' ritengo che per definirsi tali bisogna avere competenze che io non ho a sufficienza. Sono semplicemente un appassionato della materia, da molti anni. E a volte, quando il tempo me lo permette, leggo cosa ha scoperto chi ha speso tempo e denaro per studiare questi argomenti. E allora, per quanto concerne i cosiddetti "Cerchi nel Grano", come volgarmente vengono chiamati quei meravigliosi Pittogrammi (a parte le burle, che c'e' modo di riconoscere) mi sono fatto questa idea: che siano un mezzo di comunicazione profondo e sottile utilizzato da un Qualcuno che ci vuole trasmettere qualcosa tramite dei concetti Universali. Non mi dilunghero' molto, ma per chi ha seguito l' evolversi del fenomeno, a livello mondiale e in particolare nell' Inghilterra meridionale, e' evidente il fatto che sono state progressivamente utilizzate delle formule matematiche, delle figure in proporzione reciproca secondo la sequenza dei cosiddetti frattali, come nell' enorme Agroglifo di Milk Hill, raffigurante una spirale frattalica, simboli e nozioni astronomiche come le eclissi, simboli spirituali di carattere Universale. Quanto al modo in cui vengono realizzati i "veri" cerchi nel grano, sempre da parte di chi ha speso tempo e soldi per andare a fondo dell' argomento, si e' innanzitutto notata una cosa fondamentale: mentre i cerchi "falsi", opera dei burloni o altri che siano, presentano sempre delle fratture e schiacciamenti ben riconoscibili la' dove il grano viene piegato meccanicamente con assicelle o appunto con mezzi meccanici, i cerchi "veri" presentano invece altre caratteristiche: gli steli di grano non sono pressati al suolo a causa di schiacciamento, ma come "deformati" a una certa altezza dal suolo, come se venissero "irraggiati" da un campo energetico che, agendo sul grano, ne modifica la struttura molecolare, provocando un' azione di rigonfiamento sul primo nodulo del gambo (tutto fotografato e documentato da analisi di laboratorio). Tale deformazione provoca la piegatura della spiga che comunque continua a crescere fino a maturazione. Gli steli sono intrecciati tra loro e assumono nelle zone nodali un movimento a spirale oraria o antioraria. Una caratteristica impossibile da realizzare per i falsari, e sistematicamente taciuta da chi tenta di spiegare il fenomeno in chiave "umana". Quindi, secondo me, siamo di fronte ad un fenomeno molto importante, e meraviglioso: si tratta del famoso "Contatto". Che non e' quello becero e beota di "scendere" con un disco volante in una grande piazza di una nostra citta' (chissa' poi perche' si pensa sempre a Piazza San Pietro, come se fosse il centro dell' Universo...) ma e' quello di contattare l' Uomo della Terra nel Profondo della sua Anima. Per fargli capire, se ne e' capace, che non esiste solo lui, ma che e' immerso in un Universo che segue le stesse Leggi Armoniche, quelle appunto che scaturiscono dalla lettura interpretativa dei Cerchi nel Grano. Saluti al mio Amico Enrico, e a Tutti Voi. Gianni da Mosca.

enrico ha detto...

Come vedete finalmente una parola di un vero esperto. Comunque sia è una cosa da discutere. Intanto, anche solo per vedere delle cose belle dal punto di vista estetico, guardate qui.

enrico ha detto...

volevo dire qui:
http://www.cropcircleconnector.com/2008/2008.html

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!