venerdì 10 aprile 2009

Emergenza referendum

In questi giorni tristi, bisogna dare atto che tutto il meccanismo dell'emergenza ha funzionato bene, all'altezza di un paese civile. Adesso però, bisogna pensare in solido a chi ha perso tutto e siccome di soldi ce ne sono pochi, la prego, signor Capo dell'Italia, non sprechiamo anche quei pochi. Io non so niente di politica e non ho capito nemmeno bene Lei, a quale partito appartenga, ma so che è completamente dalla parte del Popolo che tanto la ama e la adora. Allora, la prego, non butti via quei 500 milioni per il referendum, che servirebbero così tanto. Mi sembra che qualcuno abbia detto che bisogna comunque gettarli nel cesso per far fallire il referendum stesso. Ma perchè? Non bisogna avere timore del risultato. Lei che tutto può, lo lasci fare nell'election day, intanto, poi, con un apposito provvedimento si potra fare come per il finanziamento dei partiti o come per il nucleare, ed eliminarne facilmente gli effetti.

1 commento:

skakkina ha detto...

Quello che osta a questa decisione non è solo quanto insinui tra le righe, ma anche il fatto di essere una decisione intelligente presa da un capo di Stato maturo, responsabile e non egocentrico, ovvero di non provenire dalle Sue Proprie Mani quale munifico dono. Fa più voti la dentiera delle vecchietta approntata in due ore che una decisione così.

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!