mercoledì 7 ottobre 2009

Un liuto

Oggi sono un po' giù di corda, quindi non vi tratterrò a lungo, cosa del resto richiesta da molti; vi prego soltanto di porre la vostra attenzione su questo pensiero di Liu Chang Chin, uno dei più grandi poeti del periodo Tang.

Ascoltando il suono del liuto.

Sul tintinnare del liuto a sette corde,
sento il sibilo calmo del vento tra i pini.
Amo quel brano, anche se è antiquato;
la gente d'oggi, del resto, per lo più non sa suonare.

2 commenti:

giovanna ha detto...

ehi, mi spiace che tu sia un po' giù di corda.
(però così ti leggo rapidamente, ihih... :-))
Il pensiero di Liu Chang Chin è suggestivo:
"il sibilo calmo del vento tra i pini"
bellissimo.
e pure ..."critico"!
grazie Enri,
g

laura ha detto...

Niente di meglio del mal di schiena per risvegliare l'umore sentimentale...
Coraggio, passerà, di mal di schiena non è mai morto nessuno (ma di depressione sì...)

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!