giovedì 20 ottobre 2011

Xīn.

Che emozioni, che passione in questi giorni! Ma già, come li vedono i cinesi questi sentimenti? A noi sembrano sempre così compassati e misteriosi, dietro le fessure dei loro occhi, così imperscrutabili, che non lasciano trasparire l'accelerazione dei battiti. Come spesso accade, una chiave di lettura, è riverberata nella loro scrittura, nelle cui volute a volte è possibile scorgere, come abbiamo visto molte volte, la cartina di tornasole che interpreta una cultura. Il carattere chiave è quello di Cuore. Si tratta di uno dei più bei pittogrammi della lingua cinese ed anche uno dei più utilizzati singolarmente e come facente parte di altri più complessi. Ecco infatti che in quei quattro tratti eleganti vedete la linea curva che disegna l'organo descritto, sovrastata da tre goccioline di sangue. Sembra davvero uno di quegli ex-voto, quei cuori sanguinanti della Madonna, che troneggiano nelle nostre chiese. Qualcuno, più scientificamente, riferendosi alla grafia antica, li individua come i tre principali vasi che portano il sangue al nostro motore fisico, ma preferisco la prima ipotesi, un po' perché mi pare più azzardato pensare ad una così buona conoscenza dell'anatomia interna da parte degli antichi, un po' perché mi sembra decisamente più poetica.

Anche per i cinesi, il cuore è la sede tradizionale dei sentimenti, così questo ideogramma fa parte di tutte quelle parole in cui ci siano sfumature riguardanti il sentire e le emozioni. Naturalmente anche quelle dal significato scientifico, come Psicologia, xīn lǐ -  理, che unisce al carattere di cuore, quello di Gestire, mettere in ordine, ma anche Prestare attenzione, cosa che illustra davvero bene quello che dovrebbe essere il lavoro dello psicoterapeuta. Tra i tanti invece che raccontano dei sentimenti, scelgo quello che meglio mi sembra illustrare il significato del post di oggi. Come illustra dunque la lingua cinese la passione travolgente, quella che ti ossessiona senza lasciare tregua e ti conduce alla follia? Con un solo ideogramma: 怒 -  , costituto da tre segni che già conoscete. Sopra a quello di Cuore, che dà l'idea che si parli di un sentimento, quello di Mano e quello di Donna, che già da soli significano Schiavo, d'amore naturalmente o chissà. Dunque la passione incontrollabile è proprio quella in cui il proprio cuore è preso prigioniero da una donna. Siamo dunque tutti uguali in questo mondo.


Refoli spiranti da: E. Fazzioli - Caratteri cinesi - Ed. Mondadori


Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

5 commenti:

Adriano Maini ha detto...

Secondo me, invece, i dotti cinesi antichi la sapevano veramente lunga!

Blogaventura ha detto...

Un pittogramma che trasmette un senso di vitalità, ottimismo e... anche un pizzico di allegria. Un salutone, Fabio

enrico ha detto...

@Adri - Gente che le ha inventate tutte prima di noi!

@Bloga - Di questi tempi...

il monticiano ha detto...

Credo d'avrtelo già scritto ma nel Rione Esquilino dove abito sono praticamente circondato da cinesi e quindi li osservo prorpio compassati e misteriosi.

Angelo azzurro ha detto...

Eh già, incredibile a dire, ma è proprio così: i sentimenti accomunano un pò tutti. Poi, sulla maniera di esternarli, si può discutere...

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!