venerdì 30 dicembre 2011

Ritorno a Betlemme.



                                                                filmato da Repubblica.

Anche Natale è passato, non ancora completamente perché dobbiamo ancora archiviare torroni, cioccolata e panettoni rimasti, ma non turbatevi a casa mia durano poco e posso certificare che prima della befana avremo chiuso la pratica con tutti i suoi effetti secondari. A Betlemme, intanto, passate anche lì le feste, bisogna sistemare un po' il negozio, preparare i saldi, che qualcuno arriva sempre dopo in cerca di buone occasioni e fare un po' di 3x2 nel perdono dei peccati, infine fare le pulizie dopo l'afflusso della massa dei clienti. Ma anche lì si sa, ogni anno è la stessa musica, ortodossi e armeni, che si dividono gli spazi e gli stand del negozio con una meticolosa osservanza della metratura  (passeranno anche lì, sembra, all'ICI a metro quadro e revisione catastale, che tutto era censito come stalla rurale) anche questa volta se le sono date di santa ragione, brandendo i manici di scopa con cui ufficialmente pulivano i pavimenti, come ultras alla partita con le aste delle bandiere. 



                                                              Il precedente del 2008.

Ha dovuto intervenire, come le altre volte l'autorità palestinese, con la sua polizia, con qualche manganellata a fermare le bastonature, un po' di gente all'ospedale con la testa rotta, ordinaria amministrazione. Il capo dei gendarmi, da buon mussulmano ha cercato di sedare gli animi. Nessun problema, ha detto, discussioni normali tra preti, ma che arresti e denunce, sono cose normali, quando si affrontano i problemi del business religioso e poi gli affari sono affari e da queste parti si campa di questo. Per tutto il resto ci sarà un altro anno per pensarci, per ora facciamo le somme di quello appena passato, fino a domani almeno. E per il prossimo abbiamo almeno la consolazione che dal 21 dicembre in poi non avremo ulteriori pensieri, per lo meno se Monti resiste.

dal web



Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

San Silvestro
Shi.
Anatra laccata.
Una valle occitana.

9 commenti:

Confini amministrativi - Riigipiirid - Political borders ha detto...

Head Uut Aastat!
Buon Anno Nuovo!

cristiana2011 ha detto...

Tutti assieme appassionatamente,hanno ben interpretato i mercanti del Tempio.
BUON ANNO 2012, caro Enrico!
Cristiana

Martino ha detto...

Buon Anno, ché ne abbiamo bisogno.

enrico ha detto...

@Confini - Head uut aastat sulle ka!
e a tutti date un'occhiata a questo sito ci sono bellissime foto anche antiche di posti di confine, un segnale a togliere forse quelli più difficili, le barriere che sono dentro di noi.

@Cri - Altro che mercanti, Lì è un vero supermarket!

@Marti - altro che se ne abbiamo bisogno!

Anonimo ha detto...

No no, la cancellazione mai!! Sarò una tua fedele lettrice forever!
Buon anno a te e famiglia, compresa la coniglia…

Baci

Angela & Roberto

enrico ha detto...

@Angy - e la figlia che fa rima. Non so come ripagare tanta fedeltà!

Anonimo ha detto...

Bellissime anche questa volta le tue cronache.Pensa che c'è gente che
crede veramente che ci sia la fine del mondo, in particolare bambini
suggestionati da alcune trasmissioni televisive e film catastrofici.E
non c'è verso di predicare che nulla è vero,restano ancorati nelle loro
paure .E se cerchi di farli ragionare(come se fosse facile far ragionare
un bambino)si chiudono in un mutismo assoluto e ti guardano con
compatimento, quasi con pietà.Favole moderne surrogate d a immagini di
terrore .Noi almeno avevamo l'immaginazione che si scatenava
nell'ascoltare fiabe e fole orrorifiche ma il tutto si ricomponeva con
un lieto fine liberatorio.E ora?
Auguri auguri !!Al 2012 con nuovi racconti

Paola

enrico ha detto...

@Paola - Auguri a te carissima, ci sentiamo il prossimo anno, tanto visto che non si mangerà più il panettone, bisognerà sparare tutte le polveri!

Confini amministrativi - Riigipiirid - Political borders ha detto...

@ Enrico - Grazie per la promozione ;-)
Rinnovo gli auguri per un 2012 in cui ogni giorno sia migliore di ieri e peggiore di domani.
Lo so, è difficile. Ma a che serve sognare, se non si sogna in grande?

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!