lunedì 22 agosto 2011

Più caldo.



Boccheggio come un pesce che una mano maligna ha gettato fuori dalle acque del torrente o che un onda più forte ha scagliato sulla riva sassosa.

La luna nel lago.

Sei come la luna nel lago
tremula nell'onda verde.
Prenderla non si può,
ma soltanto stare a guardarla.
La luna è gelata,
tu dai calore.
Chi mi darà la forza 
per non gettarmi nel lago?

(antica canzone popolare tibetana)


Dangra Tso - m. 4500 - Tibet


Refoli spiranti da:  C. Leed - Storia dell'amore in Cina - SEA -1966


Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

Imperatore cinese.
Xiōng,Mèi,Jiě,Tài.
Nán 

Per un amico triste.

6 commenti:

Ambra ha detto...

Si, sempre più caldo! Sono tornata a Milano troppo presto!
Deliziosa questa poesia cinese. Sogno quel tuo lago.

Sandra M. ha detto...

Lago con acque dal colore lattiginoso..acque di ghiacciaio.
Brrrr... anche qui 40° , oggi come ieri e , si dice, anche domani .
Si sta tappati in casa, noi che si può. Penso a quelli che son costretti a lavorare....

Adriano Maini ha detto...

Certo che i cinesi antichi delle classi superiori sapevano vivere!

enrico ha detto...

@Ambra - Sì, acque alte e gelide, fanno un po' paura...

@Sandra - Tappato assolutamente, poi si vedrà.

@Adri - Col grano in tasca , mica è poi così difficile...

Kylie ha detto...

Mi sono svegliata da poco e fuori sembra sia caduto un acquazzone... ma il caldo persevera.

Buona giornata!
Baci

enrico ha detto...

@Kylie - Quattro gocce peggiorano la situazione, creando quello che qui chiamiamo "sbujàss"

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!