lunedì 26 agosto 2019

Recensioni : Oscar Nebbia - Lettere dall'altrove



Dedicato agli Alessandrini Doc, questo divertentissimo libello, opera maliziosa del carissimo prof. Gigi Ferraris che si cela sotto il birichino pseudonimo di Oscar Nebbia, che per i miei conterranei è di per se stesso, un chiaro segno (ù scarnebbia) di appartenenza, vi darà la possibilità di trascorrere gli ultimi giorni sotto l'ombrellone o tra pascoli montani, sollazzandovi delle arguzie retoriche di una serie di lettere immaginarie, scritte appunto al sedicente Nebbia dall'aldilà. Con questo artifizio letterario ben noto, ma sempre godibilissimo, questi personaggi vogliono dire la loro sulle varie diatribe cittadine scaturite dalle diverse discussioni sorte in merito alla volontà di rinominare il nostro liceo classico all'illustre concittadino Umberto Eco e ad altre proposte di ricordarlo come si merita. Naturalmente ogni personaggio scrive nella lingua e nello stile del suo tempo, incluso il latino medioeval maccheronico di San Baudolino che non poteva di certo mancare nel novero dei personaggi citati (oltre allo stesso Eco che vuol dire la sua più volte), cosa che rende l'operazione ancor più succosa e godibile. Cito ad esempio la spassosissima epistola della poetessa Diodata Roero Saluzzo che, poveretta, avrebbe in questo caso perduto l'intitolazione delle scuole magistrali, al nostro liceo accorpate. Insomma cercate di procurarvelo e poi mi direte se non avrete apprezzato, in ispecie sulla dotta linea della duplice lettura, che cela al di sotto delle spassose lettere, un sottofondo di cospicua cultura.



Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

Nessun commento:

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 111 (a seconda dei calcoli) su 250!