martedì 18 dicembre 2012

Considerazioni sul Tai Ji Quan 18: You Zuo Yù Nǚ Chuān Suō.

Ci stiamo rapidamente avvicinando al termine della forma 24 Yang e il 18° movimento, eseguito a sinistra e a destra, viene poeticamente definito come: La signora di giada (regale, bella) usa la spola (la navetta del telaio) o anche La navetta (del telaio) va avanti e indietro. 右,左,You Zuo (Destra e Sinistra)  玉女穿梭Yù Nǚ Chuān Suō. Nella forma lunga antica, il movimento viene eseguito quatto volte nelle quattro direzioni e per questo veniva denominato anche I quattro angoli. Dalla precedente posizione 17 (del gallo che sta su una gamba sola) in direzione Est, mentre il torso ruota dapprima leggermente verso sx, la gamba sx scende a terra a 45° in direzione NE. Il braccio dx ruota verso il basso fino a portarsi davanti all'addome, palma verso l'alto, mentre il braccio sx con un semicerchio verso l'alto si porta davanti al viso palmo verso il basso( sopra il palmo sx) come tenendo una grande palla davanti a sé. Questa fase è inspiratoria e lo sguardo segue la direzione dell braccio sx. Il peso che si era spostato gradualmente sulla gamba sx, mentre avanza la gamba destra va a spostarsi su di essa fino a terminare nel passo arcuato a dx (Gong Bu) in direzione SE; il torso compie una torsione verso dx di 90° e  il braccio dx si alza a semicerchio verso l'alto portando si a riparare un colpo che arriva dall'alto fino a superare l'altezza del capo (palmo di fronte, aperto  verso l'esterno), mentre il braccio sx compie un cerchio dapprima verso il basso come per accarezzare il pallone e quindi spinge col palmo in avanti e verso l'alto. Questo avviene durante l'espirazione mentre lo sguardo accompagna la mano dx. 


Da questo punto, mentre il peso dapprima si ritira sulla gamba sx e le dita del piede dx si spostano in direzione E, il torso ruota verso sx di 90° in direzione SE ritirando il peso del corpo sulla gamba sx, si riforma il pallone davanti a sé (mano dx sopra, mano sx sotto)  ripetendo lo stesso movimento di avanzamento verso sx che termina in passo arcuato a sx. E' necessario porre attenzione a rimanere con il busto in posizione eretta e non piegata in avanti specialmente nella posizione finale e evitare di sollevare le spalle, che devono rimanere prive di tensione mentre si spingono le braccia verso l'alto. Il gomito della mano che spinge deve rimanere verso il basso, mentre l'avambraccio della mano che para deve arrivare ben alto per proteggere bene il capo.Come sempre nella formazione del passo arcuato, parte fondamentale deve avere la spinta dell'anca che guida la coordinazione della pressione del braccio che esegue la pressione in avanti. Questo movimento può alleviare il senso di rigidità e dei crampi delle vertebre cervicali, mentre le torsioni della colonna verso sx  e dx  rispettivamente, mobilizzano e rafforzano l'intera colonna vertebrale, migliorando la postura. Eseguire da solo questo esercizio nei quattro lati, ripetendolo cioè in tutte e quattro le direzione, è di per sé un ottimo allenamento decontrattore della muscolatura del dorso e della colonna. Il significato marziale del movimento è poi piuttosto evidente. Si esegue contemporaneamente un parata da un colpo alla testa proveniente dal lato dx  e allo stesso tempo si colpisce al petto l'avversario col palmo della mano, ripetendo la stessa cosa verso un altro avversario che proviene dal lato sx. Agli amanti della lingua, direi di porre attenzione ai primi due caratteri. Il primo, Giada, che è formato dal radicale di Re con un piccolo puntino a destra che raffigura appunto la pietra così preziosa da essere propria del sovrano e per estensione a significare proprio Il massimo della bellezza. Il secondo ideogramma ben noto (Donna) è quello che stilizza la figura femminile graziosamente chinata in ginocchio nell'atteggiamento di porgere qualche cosa verso dx.


video


Refoli spiranti da: Fundamental of Tai Ji Quan - Wen Shan Huang - S.Sky Book Co - Honk Kong -1973
Moiraghi : Tai Ji Quan - geo S.p.A. 1995
Kung Fu and Tai Ji  Bruce Tegner -Bantam book - USA - 1968
www.taiji.de
Huard - Wong . Tecniche del corpo - Mondadori Ed. 1971

Nessun commento:

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!