giovedì 20 dicembre 2012

La fine del mondo!


Guardavo le previsioni del tempo per decidere se domani devo uscire con l'ombrello o le galoches da neve, invece mi trovo questa situazione anomala. Il guaio che anche ad Hong Kong hanno lo stesso forecast, mah? Cosa dite, sarà il caso di mettersi lo scolapasta in testa e aspettarsi il peggio. Il fatto è che il peggio non dovrebbe essere uguale da tutte le parti. Pare che alcuni abbiano capito la verità e si siano rifugiati in un paesino dei Pirenei che sarà misteriosamente risparmiato, altri invece si trovano a pronunciar giaculatorie davanti a robusti piatti di orecchiette e cime di rapa in un trullo delle Murge, località nota per i suoi intrecci di linee di forze sotterranee superiori. Ognuno insomma trova la sua personale via di fuga; a farsi trovare con le mani in mano non ci sta nessuno, Sono già rimasti fregati una volta da Noé, adesso non è il caso di ripetere l'errore. Dunque vai con il calendario maya che domani, se così si può dire, festeggia la fine del Baktun, chiudendo il quarto ciclo del cosiddetto Lungo computo che dura circa 5125 anni e che essendo iniziato l'11 agosto 3114 a.C., e composto di 1.172.000 giorni, avrà termine appunto domani. Oggi insomma sarebbe il 12 Baktun, 19 Katun, 19 Tun, 17 Uinal, 19 Kin e domani, inevitabilmente e improrogabilmente sarà il 13.0.0.0.0., giorno di Ahab, mese di Pop, che sarà l'inizio di un nuovo ciclo particolarmente fortunato, non si sentirà più parlare di crisi, noti personaggi che nel nefasto Baktun precedente avevano condotto alla rovina popoli e nazioni, risorgeranno e daranno la felicità a tutti con una nuova soluzione dei vecchi problemi, insomma tutto sarà risolto per il meglio. Mi sembra di averlo appunto sentito in questi giorni alla TV.

Trascuriamo il fatto che il calendario che si vede in giro nelle varie raffigurazioni che parlano dell'evento, non è il calendario Maya, ma quello Azteco, che non c'entra per nulla, anzi è completamente diverso, ma è molto ben conservato e fa dunque molta più scena. Ma sì che va bene lo stesso. Dai che non è male. Intanto già i più avveduti hanno puntato sull'evento per rinsanguare l'esangue economia, con la proposta di cene da fine del mondo, feste a soggetto e così via, perché sul gonzo è sempre bene profittare un poco. A parte il fatto che è mica vero che dappertutto le cose vanno male, il segreto è avere buoni governanti che non promettano favole e che magari con un po' di costrizione obblighino, obtorto collo, i cittadini riottosi a fare le cose necessarie, che se no uno dice che le tasse non le paga per difendersi. Ad esempio mi dice l'amico Daniele, appunto da Hong Kong, che i biechi governati di quella città, si sono fatti i conti e hanno visto che le cose non andavano tanto male e considerata la crisi, avevano addirittura un avanzo di cassa. Allora se lo sono speso in feste coi maiali (che tra l'altro lì portano fortuna e ricchezza) o con ragazze allegre? Si son comprati tartufi e quintali di lecca lecca, hanno fatto coi loro famigliari vacanze in isole da sogno? No, manco per idea, nonostante l'aura di presunta corruttela che si dice propria di quel mondo (comunque in una posizione nella specifica classifica della corruzione, migliore della nostra) hanno deciso di distribuire a tutti gli abitanti della città un assegno di 600 euro circa. così come regalo da fine del mondo. Va beh, dai, sursum corda, noi prepariamoci per domani, e comunque sembra che dappertutto abbiano già esaurito la crema protezione 50.


Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

3 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Vuoi dire che potevo fare a meno di mettere lo Xi nell'apposita paginetta?
Cristiana

Ps. ho postato il mio ultimo enigmino.

Adriano Maini ha detto...

Hic optime manebimus! Si dice così? :) Auguri tradizionali, intanto!

Enrico Bo ha detto...

@cri - No hai fatto bene a metterlo, buon Natale!

@Adri - e ben che stiamo - Ricambio di cuore.

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!