sabato 7 giugno 2014

Attività varie in Cittadella?

Piccola pausa, dato che è sabbath e non si dovrebbe lavorare, anche se io non lavoro neanche negli altri giorni per la verità. Ma oggi volevo solo comunicarvi una perplessità che vorrei condividere con gli alessandrini che mi leggono. Ma, la nostra bella Cittadella, non doveva essere stata finalmente aperta per una fruizione da parte della cittadinanza? Uno spazio pubblico libero e finalmente a disposizione di tutti, dove poter passeggiare, correre, fare attività all'aria aperta e così via? Un nuovo polmone verde da godersi nella suggestione delle antiche mura? Per lo meno io così l'avevo capita. Così un gruppetto di amici, adesso che c'è bel tempo, invece di sudare in attività ginniche per fare andar giù la pancia nel chiuso soffocante di una palestra, potrebbe decidere di passare un paio d'ore nel grande prato centrale della Cittadella, facendo per esempio Tai Ji o qualunque altra cosa; si trova lì ad una certa ora e pratica quello che gli pare in lieta compagnia senza alcun fine lucrativo, sempre senza offendere la morale pubblica naturalmente. 

Allora accade che il gruppo di amici, per scrupolo, che non si sa mai, chiede in Comune se nulla osta a questo tipo di attività e riceve la risposta inaspettata che guai, attenzione a quello che si fa, in quanto qualunque attività di gruppo organizzata, si configura come occupazione di suolo demaniale e pertanto necessita di autorizzazione e naturalmente di pagamento di una quota da regolarizzare con apposito F24. Trasecolo e basisco! In sostanza, allora forse per andare sul prato della Cittadella a prendere il sole o a far correre il cane, se si è in tre o quattro bisogna pagare? Mi sembra strano davvero e comunque mi farebbe piacere se qualcuno mi desse una qualche conferma di quanto riferito in via ufficiosa oppure, e mi farebbe piacere assai, che mi smentisse. In ogni caso attenzione a quanti ho visto in pericolosi assembramenti a correre sui bastioni o sugli argini, mi sa che questa gente deve essere perseguita e quantomeno pagare un ticket.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Nessun commento !!!!!!!!!!!!
Gianna

Enrico Bo ha detto...

@Gianna - Appunto...

pippo ha detto...

Un paio di volte mi e' capitato di andare in Cittadella in bicicletta, ho percorso I bastioni con mia figlia. Erba tagliata da poco a liberare il percorso in mezzo ai rottami. Lo spettacolo delle varie parti in muratura e' agghiacciante, solo una parte dei corpi centrali e' in piedi, in disuso, e solo un paio di costruzioni in uso saltuario; il resto, un cumulo di macerie. Non ci sono + di 3-4 panchine nei dintorni della grande piazza/prato centrale. Si investe in un ponte inutile per collegare il rottamone alla citta', invece che investire x renderla vivibile collegandola con una passerella pedonale. E ti hanno chiesto di pagare un ticket?

Enrico Bo ha detto...

@pippo - così sembra, ma aquesto punto non abbiamo insistito in quanto in italia è sempre meglio non chiedere trppo, certo che fare tai ji nel prato centrale sotto l'ombra delle piante è molto suggestivo

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!