mercoledì 17 febbraio 2010

Avatar e realtà reale.

Voglio tornare sull'argomento Avatar, perchè spesso la gente non ama collegare la fantasia alla realtà. Va al cinema e si emoziona, fa buoni pensieri e poi li mette lì da parte, perchè la vita reale è diversa , perchè in fondo anche se si ruba e si fan porcherie almeno le cose vengono fatte con efficienza e chi se ne frega delle escort e delle tangenti. Vi ricordate quando vi ho parlato dei Kondh e delle altre tribù dell'Orissa in India? Ecco qui a sinistra una Kutia Kondh che ho fotografato nel mio viaggio del quale forse vi relazionerò nei prossimi giorni. Sorprendente somiglianza coi Na'vi di Avatar, no? Va beh, direte è solo una questione di tatuaggi. Mica tanto. Informato da Indonapoletano, sempre molto interessante per chi vuol sapere quanto succede in Oriente, voglio sottoporvi la storia dei Dongria Kondh e della loro montagna sacra. C'è una società indiana, la Vedanda Resources, che avendovi scoperto un ricco giacimento di bauxite, vi ha già costruito una raffineria, occupando con l'inganno una vasta area di pianura alla base delle montagne, i cui abitanti (altre tribù Adivasi) sono state private delle loro aree e che adesso conducono una vita miserabile di stenti nei dintorni, privi di sostentamento. Ora la Compagnia vuole la montagna, scoperchiarla e cominciare ad estrarre la bauxite, cacciando via i Dongria Kondh che la abitano, magari convincendoli con qualche promessa e quattro soldi, tanto son selvaggi nativi e arretrati. Ma questi, che forse vi avevo già descritti, son gente tosta e mica tanto malleabile e dicono che combatterano fino alla morte con gli archi, frecce e le loro piccole asce. L'ho già vista l'altro giorno al cinema questa storia, ma lì è facile fare il lieto fine, intanto in Orissa ai bordi della montagna Niyamgiri ne hanno già ammazzati una dozzina, complice la polizia che ha restituito alcuni corpi alla tribù con le mani mozzate, tanto perchè si capisca che si fa sul serio. Ma questa è gente con la testa dura. Io credo di sapere come andrà a finire, un conto è il cinema e un conto la vita reale, dove contano i soldi e l'efficienza, la cultura del fare e non la chiacchiera, però parlare, fin che si può, non guasta e il web ha una forza insospettabile. Date quindi un'occhiata al filmato sottostante (chissà se lo ha visto anche Cameron) e se non si apre, cliccate direttamente qui: al sito di Survival che mi sembra molto bello. Qui le ultime notizie in merito.


Forse ti possono interessare questi post:
Tradizione e globalizzazione per capire che lì fanno sul serio.

4 commenti:

astrofiammante ha detto...

Enrico,grazie di avermi fatto conoscere questo sito, ho guardato il video e mi vergogno di essere occidentale....
ho messo il link anche in Facebook per far conoscere questi fatti, sperando che si diffonda e partano più lettere possibile al governo indiano....ciao.

enrico ha detto...

Grazie per la diffusione. Inoltre la Vedanta è indiana al 100%. Abbiamo fatto scuola facilmente.

Annarita ha detto...

Enrico, mi vengono i brividi per la rabbia e la sensazione di nausea che provo. Grazie di aver segnalato la notizia. Domani la porto su websomethingelse.

Un bacione.
annarita

enrico ha detto...

Grazie Annarita, la tua segnalazione sarà preziosa, purtoppo non sono stato capace di fare l'embed del video, che spero che tutti si vadano a vedere , perchè secondo me è proprio interessante.

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!