sabato 2 ottobre 2010

Pesci non solo in aprile.

Dato che questo è anche un blog di servizio, oggi vi racconto di un nuovo, e per me del tutto sconosciuto tipo di phishing, a cui sono stato sottoposto ieri. Oramai si contano a decine le mail che arrivano ogni giorno, di banche varie che invitano a dare i dati del proprio conto corrente, tutte scritte in un italiano con lessico e struttura talmente ridicolo da renderlo anche divertente o le altre della vedova del ministro nigeriano o ghanese che chiedono aiuto per piazzare 25 milioni di dollari rimasti misteriosamente bloccati, tanto da chiedersi se c'è ancora qualcuno che ci caschi e quindi se tanto dispendio di energie, se pur autiomatizzato, abbia ancora un senso. Ecco invece che ieri mi arriva una mail da una mia amica, titolata Urgent help. Recitava testualmente di trovarsi a Londra con la famiglia e di essere stata rapinata nel giardino dell'hotel di tutto il denaro e delle carte di credito. Miracolosamente era sfuggita a gravi danni fisici, ma si trovava in una difficile situazione, in quanto dopo aver perduto l'aereo, l'hotel non li lasciava partire senza il pagamento delle camere.

Abbisognava quindi urgentemente di £ 1250 per ricomprare i biglietti aerei e pagare l'albergo. Chiedeva quindi se per cortesia potevo inviarle il denaro tramite Western Union, che ovviamente mi avrebbe subito restituito appena arrivata a casa. La mail era inviata evidentemente a tutti gli indirizzi della sua rubrica, simulando la speranza che qualcuno le desse l'urgente aiuto di cui aveva bisogno. In generale anche questo tentativo è abbastanza ingenuo, ma in questo caso, è andato a sovrapporsi, credo in maniera assolutamente casuale, al fatto che la mia amica parla perfettamente l'inglese e spesso mi invia o mi gira mail in questa lingua, che spesso va a Londra e che altrettanto spesso ricevo da lei mail divertenti che girano sul web e mandate ad un blocco di indirizzi di amici.


In effetti subito mi sono preoccupato, poi è bastato farle una telefonata a casa, dove l'ho trovata come ovvio tranquilla, serena e cadente dalle nuvole. Qui però c'è stato un bel salto di qualità in quanto non si è trattato di una missiva generica inviata ai vari indirizzi che ormai si trovano dovunque in giro per la rete, ma di una vera e propria intrusione nel suo PC dove, utilizzando la sua identità, è stata utilizzata per intero la sua rubrica di indirizzi. Un phishing più insidioso e raffinato, direi. Quindi occhio alla penna e se vi mando un disperata richiesta di aiuto da New York chiedendovi 2000 $ per ottenere il mio riscatto da una banda di spacciatori, lasciatemi marcire nelle fogne della Grande Mela. (Per adesso me ne vado in Riviera a mangiar due pesci, domani vi relaziono).








Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:


Gioventù bruciata.
Bullismo d'altri tempi.

9 commenti:

paopasc ha detto...

Tranquillo, mi devono torturare prima che sganci un solo euro per aiutarti!
(Ma, almeno, la tua amica, ha bonificato il suo computer?)

enrico ha detto...

Grazie, è bello avere amici! (penso che ci stia lavorando.)

MilleOrienti ha detto...

Grazie per la info Enrico, il fenomeno in effetti è inquietante; terrò presente se mi chiederai un milione di dollari.
ciao,
Marco

Sandra Maccaferri ha detto...

Beh, interessante 'sta roba!
Tu la metti giù con ironia e strappi un sorrisone...ma...il metodo seguito dai ...posso dire bastardi?...è moooolto inquietante e l'idea infastidisce parecchio.
Farò girare. Grazie!
E...buon appetito. O forse, ormai, buona pennichella ;O)

Il rospo dalla bocca larga ha detto...

Mi è capitata la stessa identica mail, con la differenza che mi è arrivata dalla mia EX! Il bello è che stavo leggendo la posta insieme alla mia attuale compagna che si era già alzata dalla sedia per spaccarmela dietro la schiena! Fortuna ha voluto che si sia subito resa conto che era un dannato tentativo di raggiro.

Complimenti per il blog... Mi abbono. A presto.

Il rospo.

Ambra ha detto...

Si, un tentativo di raggiro che mi era noto perché è successo che la rubrica di un mio amico venisse rubata ed utilizzata per richiesta di danaro anche a me, danaro che non hanno avuto.
Come tutti anch'io sono perseguitata da mail di ogni genere. Temo che questo sia il prezzo da pagare per avere il mondo a portata di mano, anche se solo virtuale.
Ma quale libertà è quella della società moderna che si dichiara democratica, se nelle grandi città vedi sempre più spesso le porte-finestre di accesso ai terrazzi, ma anche le finestre, sbarrate da cancelletti in ferro chiusi a chiave, mentre la notte si aggiungono anche tapparelle e persiane rigorosamente serrate. Si ha paura delle intrusioni non solo nel pc ma ancor più concretamente in casa tua.

enrico ha detto...

@ Mille - Grazie , basteranno meno, credo

@Sandra - ma sarà gente che ha bisogno

@Rospo - accidente è sempre pericoloso condividere le mail, bisognerà che me ne ricordi. Anch'io ti seguo da un po' e sei sempre interessante.

@Ambra - in effetti , basta saperle le cose e poi in questi casi è facile difendersi. Come sempre il mondo reale può essere peggio del virtuale e quando arrivio a casa e trovi la orta apèerta (è successo ovviamente anche a me) non è bello.

massimo ha detto...

in effetti per quanto uno si creda sveglio e smaliziato, del tipo a-me-non-mi-fregano-non-sono mica-stupido, il rischio che trovino il tasto giusto c'è sempre. meno male che io non sono stupido (appunto)

enrico ha detto...

@Max - IL fatto è che diventano sempre più furbi loro!

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 102 (a seconda dei calcoli) su 250!