martedì 7 giugno 2016

E' ora di muoversi

Il logo del museo dell'Agricoltura del Piemonte


E finalmente è venuto il momento di muoversi. Sono sei mesi che sono inchiodato qui come un'oca da fois gras, coi piedi inchiodati al pavimento. Anche se son solo quattro giorni me li voglio godere. Lo so che è solo un assaggino ma il digiuno mi elettrizza. Quindi mi sto preparando lo zaino foto, mentre la mia gentile signora pensa come al solito a tutto il resto. E' una scappata nel Grossetano e dintorni, zona che conosco assai poco, per cui vi saprò dire al mio ritorno, non piangete troppo che in qualche modo ci si risentirà! Quando leggerete queste righe sarò già in viaggio da un po', diciamo quasi arrivato in terra toscana. Se riesco qualche immagine la posto, se no dovrete avere pazienza per una relazione come al solito più dettagliata. Ci sarà spazio ovviamente per l'enogastronomia e poi arte e storia oltre al consueto taglio agricolo che questo viaggetto annuale mi consente. Au revoir.



Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

Nessun commento:

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!