martedì 22 ottobre 2019

Cina 8 - Quasi tutto pronto

Risultati immagini per bicerin
Il Bicerìn

Cominciavo a preoccuparmi. Per fortuna ieri è arrivata la telefonata salvifica che comunicava che i visti erano pronti, così stamattina, sfruttando una pausetta tra le sfuriate del monsone che sta percuotendo la mia disperata provincia (c'è già un morto, non è che ci sia tanto da scherzare), visto che per domani e dopo è prevista la seconda razione, ho preso il mio bel trenino, in ritardo appunto per le piogge, ma di poco e sono arrivato nella metropoli a ritirare quanto mi serviva. Ma che belli i bar di Torino, roba che no cii andrebbe solo per andare a prendersi un marocchino alla Nutella o un Bicer^n alla Cavour, ambienti salottieri dove ti vien voglia soltanto di entrare e sederti a ciaccolare con qualche bella madamìn che sembra tutta la Litizzetto, tra un marmo, una doratura, uno specchio e un si figuri, neh. In agenzia poi, ho controllato con tutto attenzione che non si sa mai, tutte le date i nomi e le cifre in ordine, meglio essere sicuri, ho pagato il lavoro, l'aggio, le accise e le tasse, qui non mi addentro nei particolari, che sarebbero anche divertenti,visto le discussioni di questi giorni, ma mi scappa da ridere, magari una volta che capita, a voce ne parliamo e sono uscito brandendo i miei passaporti come un trofeo. Magari poi nella sezione info metterò i dettagli in maniera più sistematica e utile, ma davvero questo dei visti che diventano vieppiù complicati, è un bello smarronamento che fa scappare la voglia di andare in un posto, visto che cercano di metterti tutte le difficoltà possibili, oltre ai costi crescenti, a mio modesto parere del tutto sproporzionati. 

Comunque tanto per ricapitolare, perché i cambiamenti sono continui, le possibilità per il visto Cina sono 3 e stiamo parlando solo del cosiddetto visto turistico (L) regular, 1 ingresso, per 30 gg che dovrebbe essere quello che interessa a voi. Intanto dovrete avere già in mano, voli aerei, prenotazione degli alberghi, la foto (mi raccomando che lo sfondo sia chiaro, le orecchie scoperte e seri! che se no fanno storie), passaporto con scadenza dopo 6 mesi e che non contenga il visto di ingresso in Turchia (anche questa sembra che sia una novità) e il famoso modulo compilato da scaricare precedentemente.  Il primo sistema, il più economico, che però è da confermare perché ultimamente le operazioni erano sospese, era quello di contattare una agenzia di Shanghai, che per minimo due persone (o più), fanno un cosiddetto visto turistico a distanza del costo leggermente inferiore ai 100 Euro a cranio. Voi andate sul sito China Visa Direct e da qui iniziate la procedura di spedizione dei materiali che avrete scannerizzato e dopo circa un mesetto dovrebbe arrivarvi per posta il visto da applicare sul passaporto. La mail è quiltour@gmail.com e rispondono subito per le info. Comunque capirete che per stare dalla parte della ragione dovrete cominciare con le prenotazioni e tutto il resto almeno 3 mesi prima per non correre rischi. 

Il secondo è andare direttamente a Milano (o a Roma) al China Visa Center di via Confalonieri 29, dopo aver preso appuntamento e mandato il modulo compilato. Qui sembra che dopo il pagamento di 127,10 Euro per il Regular, te lo diano in 5 gg lavorativi, quindi devi aggiungerci solo la spesa dell'andata e ritorno a Milano. Oppure ti rivolgi ad una agenzia che si occupa di visti, io ho scelto per mia comodità la Project Export Sevices, via A. Doria 15 Torino, che fa la stessa procedura con almeno una settimana in più per le spedizioni e ti carica anche il famoso modulo controllato che vada già bene, il tutto per circa 200 Euro. Se calcoli, il lavoro, le tasse e il corriere che va e viene, non è poco, ma siamo lì. Le ultime notizie dal web invece sembrano profilare nuove grane e complicazioni, sembra infatti, ma potrebbe essere una fake, che dal 4 novembre sia necessario andare di persona (tutti i partenti) a Milano a lasciare le 10 impronte digitali. Esclusi solo gli over 70 (che tanto ormai sono prossimi alla morte e quindi inutile schedarli) e i ragazzini sotto i 14. Anche l'agenzia era informata della cosa e piuttosto preoccupata, ma vi saprò dire meglio nel riassunto che farò alla fine del viaggio nel mio consueto travel survival kit. Intanto per adesso mi tengo ben stretti i miei cari (anzi carissimi, come diceva S. Paolo nella sua lettera ai dentisti) passaporti e direi che ci siamo. Nella cartellina ormai rigonfia ci sono le prenotazioni dei voli, quelle degli alberghi con le varie controrisposte dei gestori che mi aspettano a braccia aperte, biciclette a disposizione comprese, quelle dei treni vari e financo quelle dei bus che ho, sì già pagato, ma di cui la conferma è solo verbale!!!! Questa voglio vedere come va a finire. Il parcheggio da Mariuccia a Malpensa è già lì che ha fatto lo spazio in mezzo al prato, non rimane che finire la valigia con le prese idonee e via.



Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

3 commenti:

Simona [Ciccola] ha detto...

Non vedo l'ora di seguirti in questo viaggio!!!!

Enrico Bo ha detto...

Grazie cara, ma come sai la sbrodolata comincerà solo al ritorno, dopo il 1 dicembre....

Anonimo ha detto...

Ouf....Vous y êtes presque !En ce qui nous concerne , c'est moins compliqué de rentrer en Bretagne!!
Bon voyage
Jac.

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 111 (a seconda dei calcoli) su 250!