martedì 30 gennaio 2018

Usa 35 - Ubriacarsi di musica dal vivo


Il Wildhorse Saloon


Il Johnny Cash Museum
Difficile scegliere il locale dove andare a sentire musica. Mentre passeggi lungo la Broadway, ogni porta sembra buona. La musica fluisce fin sulla strada come un invito gentile, alla fine devi deciderti, il caso ti condurrà verso la porta giusta, intanto mi sa che dovunque vai non sbagli. Stavolta ci tocca il BBKing's dove la specialità è l'R&B. Due gruppi fantastici si alternano. Il primo ha una cantante davvero strepitosa, canta con una grande intensità, con sonorità profonde ed una scala vocale degna di grandi palcoscenici, poi i Red, anche questi esprimenti il più classico dei soul. Che meraviglia! Quasi quasi non sai se concentrarti sul classico pollo fritto e sulle ribs ricoperte di salsa che hai nel piatto o sul ritmo che arriva dal palco. Intanto dai grandi schermi alle pareti si sta concretizzando l'insperato successo dei Titans, dall'altra parte del fiume. I tifosi in maglietta esultano al touch down dei loro beniamini come nei bar di tutto il mondo, ma comunque con una certa moderazione. E' la tipica commistione del tempo libero americano, dove si guarda lo sport, ma anche si mangia,si chiacchier, si sente musica. Il dopo cena ci porta ancora in giro tra un locale e l'altro. Andiamo a bere qualche cosa al The Valentine, ma solo per aver la scusa di ascoltare un gruppo rock di ragazzi molto giovani, tuttavia davvero bravi, tanto per cambiare. Insomma un'altra giornata a tutta musica. Si va a dormire avendo fatto il pieno. 

Il 55th EXile celebration tour
Ne vale pena, ragazzi, intanto prepariamoci per domani. Tanto che siamo qui tanto vale approfittarne. La nuova giornata si apre di nuovo con un bel sole, tempo fresco e frizzantino ma molto piacevole. La mattinata passa tra un giardino e l'altro, godendo del panorama lungo il fiume e a scegliere magliette ricordo. Sul fiume passano chiatte giganti, una in fila all'altra, cariche di sabbia o carbone. Al mattino noti di più gli homeless accampati negli angoli nascosti, il carrello del supermercato pieno delle proprie ricchezze, segno delle contraddizioni di una società opulenta che però include uno strato, evidentemente non così piccolo, di popolazione che non ce la fa a seguire un certo tipo di ritmi. In fondo alla Broadway ci sono i locali più vecchi, che fanno soprattutto il country classico, come il Second Fiddle o il Layla bluegrass o il The stage. Puoi berti una birra al bar di Acme, altro locale tradizionale, mi raccomando anche qui lasciare fuori coltelli e pistole. Prima della serata clou, già prenotata dall'Italia, che concluderà in bellezza la nostra toccata e fuga a Nashville, abbiamo il pomeriggio pieno e quindi non si resiste, conviene passarlo tutto di nuovo al Wildhorse Saloon, per un'altra indigestione di country line dance, questa volta la maestra è una pacioccona dai lombi debordanti, ma ha buon ritmo e insegna un paio di balli piuttosto facili che riempiono la pista in un attimo. 

Ryan Adams - The Exile
Poi comincia il concerto degli Exile, che hanno scelto questo locale per far partire il loro celebration tour, che festeggia addirittura i 55 anni di carriera del gruppo, una sorta di Pooh del Tennessy, sembra arcinota a vedere le decine di fans, anche piuttosto attempate che si sbraccia per farsi i selfie di fianco a questi settantenni ben portati, mentre sullo schermo sfilano le loro foto storiche degli anni sessanta, dove vedi ragazzotti capelluti, con zazzere a mezza schiena, nel pieno dei momenti sesso droga e rock& roll, a cui avresti, allora dato pochi anni di vita. Invece eccoli qui questi anziani con barbette bianche e giacche con le  frange che picchiano ancora di gusto sulla batteria e pedalano sui distorsori di chitarre elettriche che hanno raccontato la nostra giovinezza. Ad onta di una vita apparentemente sregolata, ce l'hanno fatta, a differenza di altri, per carità, morti giovani e anche malamente. In effetti il mestiere si vede e si sente. Un'ora di revival seguito da continui boati di un pubblico di appassionati. Poi altro ballo e altri gruppi di contorno, uno più bravo dell'altro. Una zona del locale è riservata ad un incongruo gruppo di cinesi, che compresi della situazione si sono bardati completamente in linea con la situazione, Stetson bianco in testa, stivali operati ai piedi, cinturoni con fibbie con le corna e frange che pendono dalle maniche. 

L'ingresso del Wildhorse Saloon
Tutto quanto fa spettacolo, tanto che la magnifica bistecca, anche questa, perfettamente in linea col sound, va giù che neanche tene accorgi. Intanto mi fermo a chiacchierare col barman, che appena sente che sono italiano, non mi molla più. Ovviamente è di origine campana e ha trascorso le ultime vacanze proprio da noi, rimanendo folgorato da Pompei e da Roma e da Pisa. Ne parla con occhi sognanti e già programma il ritorno, tra qualche anno naturalmente quando le finanze glielo permetteranno, vorrebbe continuare ad inebriarsi della nostra bellezza, arcinota per la verità, Firenze, venezia e tutti gli altri toponimi che gli americani pronunciano masticandoli con accento impastato di zuccheroso desiderio, che spesso tendiamo a sottovalutare. Il fatto è che pochi, in questo ricchissimo paese se la possono permettere. Ce ne andiamo perché abbiamo i tempi contati e come si dice, il turista non ha tempo da perdere. Dispiace lasciare questa musica strepitosa, ma altra musica ed altri spettacoli incombono. Insomma un'altra giornata campale da finire in bellezza. Quindi mano al telefonino e chiamiamo il nostro Uber che la strada è lunga per arrivare fino al Grand Ole Opry, che si svolge a una ventina di chilometri fuori città.

Uno dei più famosi country singer del Tennessy

SURVIVAL KIT
Al The Valentine
BBKing's Blues Club - 152, 2nd Ave North - Proprio a fianco del WHS. Altro locale storico, sportbar dove si può mangiare ed ascoltare musica dal vivo di grande qualità. Noi abbiamo avuto un rack da 8 ribs in salsa dolce, pollo fritto, 2 coke, con due dolci, tutto mangiabile per 60 $. Specializzato in R&B, sul palco si esibiscono a rotazione gruppi davvero fantastici. Una visita è consigliatissima.

The Valentine - 312 Broadway - Bar tradizionale per giovani con gruppi di musica rock. Puoi passare la serata sentendo musica con una coca da 1,5$. Atmosfera giovane.

Il General Jackson




Altro locale storico
Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

Nessun commento:

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 108 (a seconda dei calcoli) su 250!