martedì 11 settembre 2018

Il senso del mare


Stare seduti davanti al mare, in silenzio, ad ascoltare il suo respiro e basta. Secondo me è sufficiente, il resto sono chiacchiere. Meglio se c'è un po' di ombra e una brezza leggera, ma proprio solo una bava di vento. Non ci sono molte cose più belle al mondo. Puoi rimanerci a lungo senza annoiarti, senza pensare a nulla, senza ascoltare nessuno, che è la cosa migliore, concentrandoti solo sul contatto dell'aria sulla pelle. Puoi regolare la respirazione sul ritmo dell'onda che si rovescia leggera sul bagnasciuga. puoi guardare quell'azzurro che ti circonda, sentirne l'odore di salso, puoi toccare la rena, affondarci la mano, ascoltare il rumore dei granelli che ti scivolano tra le dita. Puoi dimenticare il resto.

Nessun commento:

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 111 (a seconda dei calcoli) su 250!