martedì 25 settembre 2018

Kāi




E' da un po' che non raccontavo qualcosa della mia, poco coltivata, passione che riguarda la scrittura cinese, della quale peraltro ho una conoscenza limitatissima, ma che, a mio parere, per chi vuole leggere qualcosa al di là del tecnicismo mnemonico, riesce sempre a dare molte suggestioni. Questo lo può fare appunto solo una lingua nata dall'uso di pittogrammi che raccontano le idee che ci sono sotto le semplici parole. Eccoci dunque all'usatissimo verbo  开 - kāi, che significa aprire. L'ideogramma raffigura due mani opposte che tengono una barra, ma il suo significato è molto più evidente se si vede la grafia tradizionale della parola:  , dove le stesse mani che sono rimaste poi nell'ideogramma semplificato, sono nel riquadro di una porta (  mén) di cui sono chiari i due battenti, oggi scomparsi. Questo è un verbo molto utilizzato che forma quindi un gran numero di composti. Ad esempio unito all'ideogramma di Forza: 开刀 kāi dāo, significa Decapitare Operare; è  implicito che sia il chirurgo che il boia usino una certa forza, nell'apertura della ferita che devono procurare! Unito a Fiorire: 开放-kāi fàng, significa Sbocciare, ma anche Aprire al pubblico, perché quando si apre un negozio o un ufficio chi è dietro lo sportello deve sempre sorridere come un fiore che sboccia per creare la giusta armonia in chi gli sta di fronte (da cui il proverbio, se non sai sorridere non aprire un negozio). 

Unito a Cuore abbiamo 开心 kāi xīn, che vuol dire Essere felice, ma anche Prendere in giro, se questo è fatto simpaticamente ed in maniera divertente e non offensiva. C'è poi il delizioso: 开口kāi kǒu, in cui, il nostro Aprire, unito a Bocca, vuol dire certo Cominciare a parlare, ma anche Affilare un coltello, perché è ben nota quale sia la valenza delle parole, se usate in un certo modo. Ma, attenzione, unito a Trasformarsi, Cambiare: 开化kāi hua, significa: Incivilirsi, diventare civile, perché il progresso della civiltà, visto come miglioramento dei rapporti tra le persone, può avvenire soltanto con l'apertura al cambiamento, alla capacità di accettare il nuovo e di sapersi adattare alla trasformazione, quella vera e reale però, non quella fasulla delle chiacchiere e degli slogan, perché 喊话-hǎn huà - Parola urlata che significa: Urlare frasi di propaganda (sentite come nella pronuncia onomatopeica di quel quarto tono finale del huà, rimbombi il berciare chioccio di certi Masanielli da strapazzo, conditi solo di odio, grida ed insulti), non serve a nulla ed alla lunga porta soltanto e sempre,magari dopo un ventennio a -běi : La sconfitta. E' curioso che la parola sconfitta usi lo stesso ideogramma che significa anche Nord.

Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

Nessun commento:

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 111 (a seconda dei calcoli) su 250!