sabato 26 ottobre 2013

Rù.


Spesso nella lingua cinese gli ideogrammi più semplici sono anche quelli maggiormente plastici, nel senso che si adattano ad entrare nelle combinazioni più varie per formare significati anche molti diversi tra di loro. E' il caso ad esempio per Rù - 入, che, rappresentando la stilizzazione delle radici di un grande albero che penetrano nel terreno significa appunto Entrare. Non va confuso però con quello molto simile: Rén - 人, che significa Uomo. Esaminando le molte combinazioni di parole bisillabiche che utilizzano Rù, troviamo quelle molto intuitive (e utili da conoscere) come quella che si ottiene unendo il segno di Bocca: 入口 - rù kǒu - Entrata, ingresso, un'insegna che troverete dappertutto, dalle stazioni agli aeroporti. Accoppiato a Porta: 入门 - rù mén, significa Superare la soglia, entrare in casa, considerando che sulle porte delle case cinesi c'è sempre una barriera, un gradino da superare a simboleggiare che per entrare in intimità con chi ci abita, devi fare un piccolo sforzo, devi metterci un po' di volontà. Ma l'espressione si è ormai traslata anche in un significato meno letterale, infatti si usa per i neofiti nel senso di Imparare i primi rudimenti, iscriversi al primo corso, insomma varcare la soglia di una nuova conoscenza. 

Una parola molto moderna si ottiene aggiungendo al nostro Rù il carattere Shí (Ora, adesso) ottenendo: 入时 - rù shí,  Essere alla moda, infatti chi riesce a penetrare nel momento presente, è attuale e uniformato ai dettami del momento. E ancora, con il carattere di Orecchio, si ottiene questo delizioso: 入耳 - rù 'ěr, che significa Piacevole, delizioso a sentirsi, insomma quello che facciamo entrare con piacere nell'orecchio. Parallelamente con uno dei segni usati oggi per Occhio abbiamo 入眼 - rù yǎn, Piacevole a vedersi. Il carattere entra anche in altri ideogrammi complessi come 汆 - cuān, in cui Entrare viene posto sopra il segno di Acqua per esprimere il concetto di Cuocere in fretta nell'acqua bollente mentre aggiungendo il carattere di Figlio (metodo usato di norma per identificare tutti gli strumenti che servono per fare qualche cosa di specifico) si ottiene:   汆 子 - cuān zǐ, un pentolino specifico usato in cucina per fare bollire in fretta l'acqua. E si sa che i cinesi hanno sempre fretta. Vi lascerei con 国民收入 -  guó mín shōu rù, letteralmente: Le entrate prodotte dal popolo della nazione, il PIL insomma, che è sempre una cosa di attualità, tanto per far vedere che avete studiato.


Refoli spiranti da: E. Fazzioli - Caratteri cinesi - Ed. Mondadori

Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

5 commenti:

Blogaventura ha detto...

Oh mamma mia i cinesi! Ormai in ufficio ne vengono tanti! Parlano, parlano, in fretta in fretta e a voce alta ... quasi mi sembra di veder scorrere nell'aria le immagini della loro pazzesca scrittura. Un salutone, Fabio.

Enrico Bo ha detto...

@Bloga - mah, i cinesi ci salveranno?
Attenzione che sputano anche...

Ferox ha detto...

Non sputano solo....fanno anche altre cose, in cui non c' entra il verbo entrare, ma il verbo uscire...
Ferox

Nidia ha detto...

Sempre molto interessanti le tue spiegazioni dei caratteri cinesi; è vero c'è tutto un mondo dentro ogni carattere; come in ciascuna lingua, ma forse più che nelle lingue europee, è vero che la lingua è portatrice della cultura.
Avendo vissuto in Cina non posso che sorridere e sottoscrivere ciò che dite sulle uscite (sputo+ Ferox...)

Enrico Bo ha detto...

@Ferox - ma dai che sono brava gente. Diversi ecco.

@Nidia - E' una cosa che non manco mai di sottolineare. Mi sembra che non ci sia altra lingua al mondo da cui traspaia così fortemente un quadro della cultura di un paese. Per lo sputazzamento mi dicono che stanno facendo grandi campagne per uniformare il concetto di educazione a quello occidentale. Mi sembra, ma devo farmi confermare da ParteCineseParteNopeo, che abbiano appena fatto una legge che dopo aver imposto ai cinesi in viaggio all'estero di seguire strettamente le regole di educazione dei paesi in cui sono in visita, prevedono punizioni (carcerazione inclusa) per quelli che compiono gesti scorretti all'estero. Li stiamo fregando sotto sotto e anche da loro sta passando che il nostro concetto di educazione sia quello giusto. Grecia capta...

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!