giovedì 24 dicembre 2015

Recensione: Spielberg - Il ponte delle spie

Spielberg ha di nuovo fatto centro, quindi decisamente un bel film, che invito tutti ad andare a vedere, a partire dagli attori, bravissimi, con lo splendido Tom Hanks che dà il meglio di sé, al concatenarsi degli eventi della trama che, sebbene racconti un fatto ben conosciuto, lasciano molta suspence e voglia di arrivare fino alla fine, come se ancora non la si conoscesse. L'abbattimento dell'U2 avvenne nel 1960 e ricordo molto bene quegli avvenimenti  e quel periodo che tennero il mondo con il fiato sospeso. Allora avevo soltanto 14 anni, ma il clima era pesantissimo. Anche il momento cruciale della guerra fredda e del blocco sovietico oltre la cortina di ferro è reso magnificamente, soprattutto la Berlino est di quegli anni. Io ci andai una quindicina di anni dopo e devo dire che le scene del film me l'hanno riportata alla memoria molto bene. Comunque soldi ben spesi, penso che beccherà qualche premio. Ditemi le vostre impressioni eventualmente.






Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

Nessun commento:

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!