lunedì 16 settembre 2013

Cocteau à Menton.

Cocteau à Menton
Quest’anno cade il cinquantenario della morte di Jean Cocteau e se vi capita di passare da Mentone, vale la pena di dare un’occhiata al museo a lui dedicato dalla città che lo scrittore, pittore e cineasta ha tanto amato, lasciando traccia notevole del suo passaggio. Oltre alle molte opere lasciate dall’artista nel bastione sul porto, tra le quali la famosa serie degli Innamorati, il nuovo museo, opera di Ricciotti, ospita da qualche anno una delle più complete collezioni tematiche su Cocteau regalate alla città dal collezionista Wunderman. Si tratta di oltre 1800 pezzi, esposti a rotazione, tra quadri, disegni, sculture, manifesti, la maggior parte dello stesso Cocteau, ma molte altre di artisti a lui vicini, da Picasso, a Modigliani, a Bérnard, con una serie di splendidi disegni dedicati a Sarah Bernhardt, musa del poeta. E’ possibile inoltre visionare i suoi film famosi da Les infants terribiles, a Le testament d’Orphée. Una vasta testimonianza fotografica dei momenti più importanti della vita artistica di Cocteau completa la collezione, che a mio parere vale la pena di guardare con calma. Poi, appena usciti, uno può sempre andare a fare il bagno sulla spiaggetta di fronte.




Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

Nessun commento:

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!