lunedì 27 settembre 2021

Autunno, andiamo, è tempo di tornare

Menton - la spiaggia verso le 10:30


Non ci sono più discussioni, siamo, inevitabilmente, improrogabilmente, inequivocabilmente in autunno. In pratica sono tre giorni che piovischia, giusto dal 23, data ufficiale del levatevi dai piedi; il mare è mosso e la temperatura è precipitata. Oddio non si è fatta un gran male perché sarà scesa al massimo di un paio di gradi, già non faceva più caldo prima, ma la spiaggia, come potete vedere, non richiama più quella gran folla, direi. Finito il periodo delle otarie e dei trichechi, i gabbiani grigi anche loro, hanno ripreso il dominio che gli spettava. Si sente solamente più il loro stridente ululato, un chioccio gloglottare che vorrebbe scacciare anche i pochissimi rimasti. Sembrano galline giganti, ma imperiose e antipatiche, che sembrano dire, più il tempo è brutto e più stiamo bene, ti guardano storto col loro beccaccio giallo e adunco, poi vanno a farsi un voletto in giro per segnare ancor più territorio coi loro lasciti. Questa mattina avevo quasi il magone, poi per fortuna il cielo si è leggermente sgrigito e un solicello malato ha fatto finta di fare capolino. Tuttavia il mare è rimasto quella grigia superficie che ti ispira il freddo inverno in arrivo. Sparito il verde, l'azzurro, la gioiosa attrazione di buttarsi tra i flutti e farsi cullare, qui al più hai voglia di non bagnarti neanche i piedi. Vero è che in questa situazione sulla spiaggia non corri certo il rischio di beccarti il Coviddi, ma la voglia di andarsene definitivamente a casa, è tanta. Cercherò di resistere, tanto per farvi piacere fino a giovedì mattina, poi toccherà tornare in tutti i casi. Vacanze estive finite. Pronto tuttavia a cominciare quelle invernali. 

Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

Nessun commento:

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 111 (a seconda dei calcoli) su 250!