mercoledì 9 luglio 2014

Recensione: P. Coelho – Il manoscritto ritrovato ad Accra

Il manoscritto ritrovato ad AccraL’autore è celeberrimo e in questa operetta affronta un tema classico: la riflessione sui principi e sull’uomo. Lo fa con un artificio ancora più classico, quello del manoscritto ritrovato. Alla vigilia dell’invasione da parte dei Crociati di Gerusalemme un saggio, il Copto, in barba alla furia degli eventi che consiglierebbe di organizzare la estrema difesa oppure in alternativa la fuga, raduna un gruppo di persone e li invita a ragionare sui grandi temi della vita, alle sfide che tutti i giorni gli uomini devono affrontare e tenta di spiegare quale siano le vie per migliorare se stessi. Svolto quindi in forma di dialogo platonico, il Saggio risponde alle domande che via via gli vengono poste dai presenti sullo scopo del vivere e di come deve essere il comportamento dell’uomo per essere degno. Uno dopo l’altro,  vengono passati in rassegna l’amore, le sofferenze dovute alle perdite, il quotidiano ed infine l’ineluttabilità della morte. Così la catastrofe che incombe nell’aria, la tragedia che tutti attendono, perde di consistenza di fronte all’importanza del cogliere le cose fondamentali della vita, evitando la morte dell’anima. Se l’argomento non vi prende o vi lascia in generale indifferenti, lascerei perdere.


Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbero anche interessare:

Nessun commento:

Where I've been - Ancora troppi spazi bianchi!!! Siamo a 104 (a seconda dei calcoli) su 250!